«La mia vita è un miracolo»: storia dell'ultima miracolata a Lourdes

08.04.2019 – A Lourdes inizia ufficialmente in queste ore la stagione dei pellegrinaggi quest'anno segnati dal 175 esimo anniversario della nascita della veggente e dal 140esimo dalle sua morte. Per entrare nelle dinamiche spirituali e misteriose di questo luogo proponiamo che narra la storia dell'ultimo miracolo avvenuto nel Santuario francese, quello a suor Bernadette Moriau, l'11 luglio 2008.

Josephine Gebert e Carlo Acutis nel mensile dell'Azione Cattolica Ticinese

08.04.2019 – È la locarnese di adozione Josephine Gebert, spentasi recentemente a 102 anni, la testimone scelta dal nuovo numero del mensile dell'Associazione cattolica di laici della Diocesi di Lugano. La sua vicenda viene presentata nella pubblicazione accanto a quella del giovane Carlo Acutis, un ragazzo italiano il cui processo di beatificazione si è aperto da non molto.

A Besso incontro con il missionario laico Roberto Aita

04.04.2019 – «Molti ritengono che essere cristiani significhi vivere secondo una legge morale, ricordarsi di pregare ogni tanto e credere più meno in qualcosa. Nel salone parrocchiale di San Nicolao a Lugano – Besso questa sera alle 20.30 ci sarà la possibilità di confrontarsi con un evangelizzatore, autore di vari libri sulla fede, che dialogherà su questi temi con i presenti.

Donne pioniere per la campagna ecumenica di Quaresima in Svizzera: suor Mary Ann Mananzan

04.04.2019 – Dalle Filippine la storia di una suora che ha scoperto la sua vocazione a 19 anni, è entrata in Convento non per rinchiudersi ma per impegnarsi per i diritti civili, in particolare contro la discriminazione delle donne. Nel 2011 Women Deliver l’ha scelta come una delle 100 personalità più ispiratrici del mondo. Ha guidato un talk show dal titolo «Nun Sense, makes sense»,che nel suo Paese ha fatto furore.

Dal Brasile padre Bossi lancia il suo lamento dopo la tragedia di Brumadinho

31.03.2019 – Nel gennaio 2019, l'impresa mineraria Vale ha sepolto nel fango dei suoi rifiuti tossici almeno 339 persone, a Brumadinho, dove è crollata una diga. Il grido di dolore di un missionario comboniano: «Sia lo Stato brasiliano che la Vale sapevano del pericolo di Brumadinho. Si sono coperti a vicenda, lo hanno sottovalutato, probabilmente sfuggiranno di nuovo ai processi criminali». Un'ennesima tragedia che *ci insegna l’urgenza di un Trattato Vincolante che obblighi le imprese al rispetto dei Diritti Umani».

La Chiesa ucraina: modello di testimonianza della verità

12.03.2019 – Uscita da una doppia persecuzione più rinvigorita di prima, la Chiesa greco cattolica ucraina rappresenta un promemoria per la chiesa universale: senza la prova, l’uomo si arrocca dentro se stesso, dimenticando Dio.

Papa all’Angelus: agire con saggezza e carità, senza chiacchiericci

03.03.2019 – Commentando l’odierno brano evangelico di Luca, Francesco esorta quanti hanno responsabilità educative o di comando a compiere un «sano discernimento»«», prima di ogni scelta e azione. Poi ricorda: la «mormorazione» distrugge famiglia, scuola, posto di lavoro, «dalla lingua incominciano le guerre».

Giovani israeliani e palestinesi insieme nel nome di San Giovanni Paolo II

23.02.2019 – È un approccio che sa abbracciare tutti i problemi della società palestinese quello dei Francescani in Terra Santa, dove sono presenti da oltre 800 anni. Padre Ibrahim Faltas, francescano di origini egiziane, invitato a testimoniare durante la festa della Missione Cattolica di Lingua Italiana nel Canton Lucerna, è nostro interlocutore privilegiato, per raccontarci tutto questo.

Una rete al servizio di migranti e senzatetto

23.02.2019 – «La sfida più difficile ma più edificante è imparare ad anteporre il bisogno della persona a quella che io credo sia la soluzione corretta.» Katia Colombo, volontaria dell’Oratorio di Chiasso che darà la sua testimonianza all’incontro di domani tra Caritas Ticino e Caritas Como, commenta così il suo operato con poveri, senzatetto e migranti.

Giovani in cerca della voce di Dio? Oggi ci sono

20.02.2019 – Arriva un nuovo libro di Alessandro Cristofari che si rivolge soprattutto alle nuove generazioni, quei giovani «chiamati a prendere coscienza che silenzio e dialogo non sono in contraddizione, ma rappresentano l’unico modo per scoprire se stessi alla luce del rapporto con Gesù, perché Dio li ama, li cerca, vuole parlare con loro e ascoltarli»«», afferma l'autore, noto anche in Ticino per aver pubblicato un libro con don Arturo Cattaneo

Tags

Tags