Domenicano irakeno: la missione, salvare i ›tesori’ della cultura dalla follia jihadista

19.03.2018 – P. Najeeb Michaeel: «Un uomo senza cultura, è un uomo morto»«». Con l’arrivo dello Stato islamico, egli ha trasferito il patrimonio religioso e culturale da Mosul e Qaraqosh al Kurdistan irakeno. Oggi continua la propria opera insegnando il lavoro a cristiani e musulmani. Migliaia i volumi e i documenti secolari salvati grazie al suo lavoro.

Isis, nuovi attacchi e violenze in Iraq. Resta la minaccia sul futuro del Paese

16.03.2018 – Dichiarato sconfitto a dicembre, Daesh continua a colpire. Gli attacchi concentrati nelle province di Diyala, Salahuddin e Kirkuk. In poche settimane decine di vittime. L’area di maggiore criticità attorno alla città di Kirkuk, focolaio di tensione etniche e confessionali. I timori della Chiesa caldea.

Siria, celebrata a Deir ez-Zor la prima liturgia eucaristica dopo cinque anni

06.02.2018 – Il rito presieduto dal patriarca Ignatius Aphrem II alla presenza di un piccolo gruppo di cristiani che lentamente stanno tornando nella città devastata dallo Stato Islamico

Accordo tra sei Paesi dell'Asia sulla lotta al terrorismo islamico

26.01.2018 – Indonesia, Malaysia, Filippine, Singapore, Thailandia e Brunei lanciano l’iniziativa «Our Eyes»«». Lo scambio di informazioni e la creazione di un database di estremisti sono al centro dell’intesa. Nel 2017 terroristi hanno assediato per mesi la città di Marawi (Filippine). Altre nazioni potrebbero aderire: Usa, Australia e Giappone sono possibili futuri membri.

Ricostruita la prima chiesa di Ninive

10.01.2018 – «Un messaggio di speranza e di vittoria. ISIS voleva cancellare la presenza cristiana e invece i jihadisti se sono andati, mentre noi siamo tornati». Con queste parole monsignor Bashar Matti Warda ha festeggiato la riconsacrazione della Chiesa di San Giorgio a Tellskuf, gravemente danneggiata e profanata da ISIS e ricostruita grazie ad un contributo di 100mila euro da parte di Aiuto alla Chiesa che Soffre.

Patriarca caldeo: le feste di Natale a Mosul e in Iraq, speranza per cristiani e musulmani

08.01.2018 – Milioni di persone sono scese in piazza a Baghdad, Mosul, Najaf, Bassora per festeggiare. Per la prima volta dopo tre anni e mezzo celebrata una messa nella ex roccaforte dell’Isis. La chiesa ripulita e sistemata da giovani musulmani. Le cinque sfide per il futuro dell’Iraq. E il dovere di unità della Chiesa irakena per tutelare il futuro della comunità. 

Iraq: coppia di sposi dirigerà il primo ospedale cattolico dalla caduta dell’Is

03.01.2018 – Sarà una coppia di giovani sposi caldei a dirigere il primo ospedale cattolico per le vittime della guerra e del terrorismo nella regione del Kurdistan iracheno.

Cristiani di Karamles: il Natale a casa, un ›nuovo inizio’ dopo la barbarie dell’Isis

27.12.2017 – Giovial Maslob, insegnante, racconta gli anni di esilio e il ritorno nella casa e nella terra di origine. La nascita di Gesù oggi riveste «un sapore e un significato speciali»«». Sono «giornate bellissime»«», caratterizzate da «un senso profondo di spiritualità e semplicit໫». Il rientro di quanti hanno deciso emigrare «essenziale per garantirci un futuro»«».

Natale fra i profughi di Mosul: dove la fede in Cristo ha vinto la follia dell’Isis

22.12.2017 – AsiaNews ha incontrato due famiglie fuggite dalla ex roccaforte del Califfato, ancora oggi esuli nel Kurdistan irakeno. Il grazie alla Chiesa locale che «ci ha fatto sentire a casa»«» e ha contribuito a livello materiale e spirituale. La nascita di Gesù fonte di speranza. Un appello ai cristiani irakeni emigrati all’estero: tornate e contribuite alla ricostruzione del Paese.

Piana Ninive: riconsacrata prima chiesa cattolica profanata dall'Is

12.12.2017 – «Un messaggio di speranza e di vittoria. Isis voleva cancellare la presenza cristiana e invece i jihadisti se sono andati, mentre noi siamo tornati». Con queste parole mons. Bashar Matti Warda ha festeggiato la riconsacrazione della Chiesa di San Giorgio a Tellskuf, gravemente danneggiata e profanata da Isis e ricostruita grazie ad un contributo di 100mila euro da parte di Aiuto alla Chiesa che Soffre (Acs).

Tags

Tags