Liliana Segre, 1943: da Arzo ad Auschwitz

03.12.2018 – C’erano cinquecento allievi di quarta Liceo di tutto il Ticino, questo lunedì 3 dicembre nell’aula magna dell’Usi di Lugano ad accogliere Liliana Segre. E ancora un lampo ci ricollega a oggi: «Sono stata una clandestina con documenti falsi; sono stata richiedente l’asilo respinta; sono stata bambina schiava lavoratrice»«». Il 18 gennaio scorso, il presidente italiano Sergio Mattarella l’ha nominata senatrice a vita.

La vittoria di san Kolbe ad Auschwitz: dare la vita per il fratello

14.08.2018 – La sua figura si pone al crocevia dei problemi emergenti del nostro tempo: la fame, la pace tra i popoli, la riconciliazione, il bisogno di dare senso alla vita e alla morte.

«L'indifferenza, una scelta comoda»/catt.ch/gdp

24.04.2018 – Separata dagli affetti ad Auschwitz, Liliana Segre, oggi tra le più attive testimoni della Shoah, ha incontrato gli allievi di una classe speciale e del Liceo di Bellinzona.

STRADA REGINA sa1835 e do710 RSI LA1 – Treni che ritornano

28.01.2017 – Le foto in bianco e nero del 27 gennaio del 1945 raccontano l’apertura dei cancelli del campo di concentramento di Auschwitz-Birchenau. Oggi le immagini a colori dei treni che «deportano»«» i migranti o che in fila, sotto la neve, attendono un pasto celano indifferenza globale.

Ad Auschwitz per comprendere il dramma / catt.ch/gdp

01.08.2016 – Anche i nostri giovani ticinesi si sono recati nei campi di concentramento, portando a casa ricordi ed emozioni indelebili. Ecco alcune testimonianze.

Francesco nel silenzio di Auschwitz / catt.ch/gdp

29.07.2016 – Nella terza giornata in Polonia, il Pontefice si è recato presso l'ex campo di sterminio nazista, incontrando 11 sopravvisuti e visitando la cella di padre Kolbe.

Alla vigilia della visita del Papa ad Auschwitz – Da simbolo dello sterminio a luogo di rinascita

26.07.2016 – Fra qualche giorno Papa Francesco visiterà l’ex campo di sterminio tedesco di Auschwitz-Birkenau e gli occhi del mondo intero saranno ancora una volta rivolti al simbolo più sconvolgente del xx secolo e al destino che degli esseri umani hanno riservato ad altri esseri umani.

Quei tre Papi ad Auschwitz e Birkenau

21.07.2016 – Francesco è il terzo, dopo Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, a visitare i campi di concentramento polacchi. Tre Pontefici, tre biografie. Tre percorsi pastorali e tre stili nell’esercizio del ministero episcopale. Eppure esprimono il medesimo gesto di dolore nel luogo dove l’uomo ha conosciuto la sua malvagità più cupa.

Tags

Tags