Svizzera

Le iniziative per la Giornata della Memoria e la Svizzera

Simonetta Sommaruga, da Presidente della Confederazione svizzera, rappresenterà il 27 gennaio la Svizzera alla cerimonia di commemorazione del 75esimo anniversario dalla liberazione dal campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. Si recherà sul posto assieme ad alcuni sopravvissuti svizzeri e a due studenti.

Simonetta Sommaruga assisterà alla commemorazione ad Auschwitz, insieme a molti altri Capi di Stato e di governo e oltre duecento sopravvissuti. Organizzata dal museo e dalla fondazione internazionale Auschwitz-Birkenau, questa commemorazione sarà incentrata attorno alle testimonanze dei sopravvissuti della Shoah. Alla sera, un momento di raccoglimento davanti al monumento della memoria.

Secondo le stime, più di un milione di persone furono uccise dai nazisti nel campo di Auschwitz-Birkenau tra il 1940 e il 1945. I soldati dell’armata russa liberarono i sopravvissuti il 27 gennaio 1945, attorno a mezzogiorno. Nel 2005, l’assemblea delle Nazioni Unite ha decretato il 27 gennaio Giornata internazionale in memoria delle vittime dell’olocausto.

Il contributo svizzero

Anche alla Svizzera il compito di porare avanti la memoria di quanto accaduto, conformemente ai desideri espressi dall’Alleanza internazionale per la memoria dell’olocausto (International Holocaust Remembrance Alliance), un’organizzazione intergovernativa di cui la Svizzera è membro dal 2004, dando un contributo alle sue iniziative di 1,2 milioni di franchi.

Lo scorso 19 gennaio, Sommaruga aveva già incontrato i sopravvissuti svizzeri dell’olocausto, che la accompagneranno anche in Polonia.

cath.ch/red

25 Gennaio 2020 | 11:47
Condividere questo articolo!