Le tensioni fra Baghdad ed Erbil preoccupano i cristiani e ostacolano il rientro degli sfollati

27.10.2017 – Sacerdote irakeno conferma il clima di «tensione»«» nel nord del Paese, pur ritenendo «improbabile»«» un conflitto aperto. Baghdad respinge la proposta di congelamento del referendum avanzata da Erbil e chiede il suo «annullamento»«». Nuovo scontri fra esercito e Peshmerga, centinaia di famiglie cristiane in fuga, diversi feriti. Nuovo appello al dialogo dei vescovi.

Tags

Tags