Libano, prime elezioni parlamentari dopo 9 anni

04.05.2018 – I cittadini sono chiamati alle urne per eleggere 128 deputati: 64 cristiani, 64 musulmani e drusi.

In alcuni comuni libanesi espulsioni ingiustificate di rifugiati siriani

20.04.2018 – L’appello ai leader del Paese perché contrastino una «retorica»«» che «incoraggia o perdona»«» le violazioni. Dure critiche alla comunità internazionale che non ha sostenuto il Libano nell’emergenza.

Libano: la Chiesa greco melchita in aiuto dei profughi siriani

13.04.2018 – A Zahlé è operativa la Tavola di San Giovanni il Misericordioso, una mensa che offre cibo a circa mille profughi siriani al giorno e ai poveri della zona, a est di Beirut.

Al Libano che dialoga il «Nobel delle religioni»«»

20.02.2018 – Alla Fondazione Adyan, che vede cristiani e musulmani insieme per la pace, il 35° Premio Niwano promosso dall’omonima fondazione che promuove il dialogo tra le religioni.

Israele avvia la costruzione di un muro al confine con il Libano

09.02.2018 – La controversa linea divisoria oggetto di feroci critiche del governo libanese. Essa preoccupa anche i vertici Unifil impegnati nella missione di pace. Il portavoce sottolinea che ogni operazione lungo la Linea Blu va concordata e coordinata per evitare escalation della tensione. Netanyahu accusa Beirut di favorire l’Iran nella costruzione di armi di precisione. Raid aerei israeliani a Damasco.

Caritas Libano: Aumenta la crisi rifugiati, cittadini sempre più poveri

16.01.2018 – Onu: «Più vulnerabili che mai»«», oltre la metà in condizioni di «estrema povert໫». Gli aiuti sempre più «incerti»«». P. Paul Karam: Almeno il 28% dei libanesi al di sotto della soglia di povertà. Bisogna «incoraggiare»«» il processo di pace in Siria, la guerra avrà «conseguenze per i prossimi 50 anni»«». 

Ministro libanese: in due anni diminuiti i rifugiati siriani, oggi meno di un milione

05.01.2018 – Moein Merhebi, titolare del dicastero per gli Sfollati, riferisce che il numero è calato a 980mila unità circa. Al contempo sono diminuiti anche i finanziamenti di nazioni e ong internazionali. Resta essenziale l’opera di distribuzione degli aiuti. Intanto Damasco si prepara al rientro dei rifugiati.

Rmeyleh: la scuola dei profughi siriani rinata dalle macerie

01.01.2018 – Sono oltre 300 ragazzi dai 4 ai 15 anni che – la maggior parte al mattino, un plotoncino al pomeriggio – riempiono di vita 10 classi e i campi di gioco. Sembra una scuola normale

Gerusalemme, il patriarca del Libano convoca un summit islamo-cristiano

13.12.2017 – Il primate maronita Béchara Boutros Raï: «La mossa Usa è uno schiaffo ai cristiani d’Oriente».

Libano, card. Béchara Raï: rientro Hariri non può tardare

22.11.2017 – Il premier libanese dimissionario Saad Hariri, dopo più di due settimane di assenza dal Libano, «non può più tardare»«», deve rientrare nel Paese dei cedri. Così il cardinale Béchara Boutros Raï, patriarca di Antiochia dei Maroniti, in questi giorni a Roma.

Tags

Tags