Yemen, morti 1400 bambini e distrutte fino a 2mila scuole

12.01.2017 – È il drammatico bilancio del conflitto, cui si uniscono «più di 2140»«» minori feriti. L’Unicef ricorda che gli istituti scolastici devono essere «zone di pace»«» e non obiettivi di attacchi. E rinnova l’appello per la tutela dei più piccoli. Ente yemenita per l’infanzia contro i raid aerei sauditi, responsabili di «crimini di guerra»«».

Zenari: il 2017 potrebbe essere l'anno della svolta per la Siria

03.01.2017 – A rischio la «fragile»«» tregua nazionale in Siria, sottoscritta da governo siriano e milizie ribelli in vigore dalla mezzanotte del 30 dicembre. Ma la speranza non si spegne.

Il 2017 anno della nonviolenza

01.01.2017 – L'appello di Papa Francesco in occasione della Giornata mondiale della Pace del 1. gennaio 2017 è in favore del disarmo, della proibizione e dell'abolizione delle armi nucleari.

Repubblica Centrafricana: Natale di dolore, di gioia e di speranza

31.12.2016 – Sua Ecc. Mons. Juan Jose Aguirre, M.C.C.I. Vescovo della diocesi di Bangassou nella Repubblica Centrafricana, ha pubblicato una riflessione in occasione del Natale.

In Sud Sudan si continua a morire

30.12.2016 – Nonostante il ritorno alla calma nella città sud sudanese di Yei la gente che vive nelle zone rurali continua a morire nel silenzio assordante dei media e nell’indifferenza della comunità internazionale. È quanto ha denunciato il vescovo di Yei, monsignor Erkolano Lodu Tombe.

Accordo per il cessate il fuoco in Siria

28.12.2016 – Russia e Turchia siglano un accordo per porre fine ai combattimenti. L'intesa sarebbe stata ottenuta con il benestare del regime di Damasco e quello dei ribelli.

Il Libano guarda al futuro tra profughi e instabilità

20.12.2016 – Viaggio nel Paese con la più alta percentuale di ospitalità di rifugiati al mondo (tra il 30 e il 40 % della popolazione) che, dopo due anni di vuoto politico, prova a voltare pagina.

Parroco di Aleppo: la guerra non è finita. Temiamo strage notte di Natale

15.12.2016 – «Siamo stupiti quando sentiamo dire che la guerra ad Aleppo è finita. Abbiamo tanta paura per questo abbiamo fissato la messa di Natale nel pomeriggio perché vogliamo mandare la gente il più presto possibile a casa»«». Lo ha detto padre Ibrahim Sabbagh, Parroco della Comunità latina di Aleppo, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000.

Aleppo: colpita la casa dei Gesuiti. Molti danni, nessuna vittima.

13.12.2016 – Sabato 10 dicembre, intorno alle sei del pomeriggio la casa dei gesuiti di Aleppo, non distante dal centro del Jesuit Refugee Service (Jrs) di Al-Azizieh, è stata oggetto di una serie di bombardamenti.

Siria: il veto di Russia e Cina alla risoluzione per tregua

06.12.2016 – Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha bocciato la nuova risoluzione per una tregua in Siria: ad opporsi sono state Russia e Cina. D’altra parte l’opposizione ha detto no alla richiesta da parte di Mosca di evacuare Aleppo est. E si aggrava la situazione umanitaria, alle vittime si aggiungono infrastrutture distrutte, ospedali e scuole inutilizzabili.

Tags

Tags