Giovani nepalesi: Dopo la Gmg siamo pronti ad annunciare Gesù a tutti

12.08.2016 – Alcuni ragazzi raccontano del segno che le giornate di Cracovia hanno lasciato nella loro vite. Dilip Singh afferma: «Essere cattolici non significa soltanto andare a messa la domenica e pregare, ma è un impegno a condividere con gli altri l’importanza di Dio»«». Robin Shrestha, volontaria Caritas: «Dopo anni di promesse, la gioventù nepalese è pronta a passare all’azione»«».

Tags

Tags