Caso Orlandi: i resti nell'ossario del cimitero teutonico sono dell'800

28.07.2019 – «Nel corso degli accertamenti di antropologia forense, il Prof. Arcudi, antropologo forense, non ha riscontrato alcuna struttura ossea che risalga ad epoca successiva alla fine del 1800», si legge in una nota diffusa oggi dalla sala stampa vaticana sulle verifiche che si sono svolte in questi giorni negli ossari del Collegio teutonico alla ricerca dei resti della ragazza scomparsa nel 1983, figlia di un dipendente del Vaticano.

Caso Orlandi: il legale della famiglia: «le due tombe nel cimitero teutonico erano vuote»

11.07.2019 – Prime indiscrezioni dopo l'apertura dei due sepolcri in Vaticano dove, secondo una lettera anonima, si sarebbero potuti trovare i resti della ragazza romana scomparsa 36 anni fa. Le tombe, appartenenti a due nobili tedesche dell'800, secondo la legale del fratello della Orlandi, all'apertura sono state trovate «vuote».

Caso Orlandi: iniziata questa mattina l'apertura in Vaticano di due tombe

11.07.2019 – Sono iniziate alle 8.15 di stamane nel cimitero teutonico in Vaticano le operazioni di apertura di due tombe di due donne nobili germaniche dentro le quali, secondo una lettera anonima, potrebbero celarsi anche i resti della ragazza quindicenne, figlia di un dipendente del Vaticano, scomparsa ben 36 anni fa. Il perito forense, dottor Artusi, sta procedendo già in queste ore alle indagini del caso sui resti contenuti in questi sepolcri.

Tags

Tags