Veduta di Istanbul
dal Mondo
Veduta di Istanbul

Turchia: al via i lavori di costruzione della prima chiesa dal 1923

10.01.2019, 06:30 / redazionecatt

I lavori per l’edificazione di quella che diventerà la prima chiesa costruita ex novo nella Repubblica di Turchia inizieranno entro il prossimo febbraio. Così ha annunciato martedì 8 gennaio Bulent Kerimoglu, sindaco di Bakirkoy, il distretto di Istanbul dove sorgerà la nuova chiesa.  I lavori di costruzione dovrebbero durare al massimo due anni. La nuova chiesa, la prima costruita nel Paese dal 1923 ad oggi, sorgerà nel quartiere Yesilkoy a Bakirkoy, in un’area non lontana dall’aeroporto internazionale Ataturk, e potrà ospitare più di 700 fedeli.
Negli ultimi anni, si sono manifestati a più riprese segnali di attenzione della dirigenza politica turca nei confronti delle comunità cristiane siriache, tanto da far parlare osservatori e commentatori dell’esistenza di un “piano turco” volto a riproporre la Turchia come nuova “homeland” per i tanti cristiani siri residenti in Siria e in Europa, e i cui avi erano stanziati in territorio turco. Nei primi anni del conflitto siriano, le autorità turche avevano predisposto a Mydiat (da secoli centro di un’enclave cristiano-siriaca nella provincia di Mardin) un campo profughi riservato ai cristiani siri, in grado di ospitare 4mila rifugiati. Attualmente, sono circa 25mila i cristiani siri che vivono in Turchia, concentrati in maggioranza nei sobborghi di Istanbul. Molti di loro risiedono proprio nelle aree adiacenti al luogo dove sorgerà la nuova chiesa.

fonte: fides/agenziasir/red

Europarlamento: grido di allarme per la libertà religiosa

17.01.2019

Gli eurodeputati hanno spresso preoccupazione per l'aumento nel mondo di casi di violazione della libertà di credere o non credere e condannato, in una risoluzione votata martedì scorso, il fatto che alcuni Paesi nel mondo applichino o stiano cercando di introdurre leggi che prevedono pene severe per blasfemia, per conversione a un altro credo religioso o per apostasia, inclusa la pena di morte.

L'Europa è ancora cristiana? Le considerazioni del politologo Roy

14.01.2019

La “riconquista religiosa da parte dei cattolici impegnati in politica non è possibile", dice il professore di studi orientali francesi, docente a Firenze. "perché passerebbe da una revisione delle norme (aborto, matrimonio gay, ecc.) e può farlo solo basandosi sui populisti". Secondo Roy, l'Europa oggi non ha bisogno di "legislatori" cristiani ma di "profeti".

Cairo: un imam sventa una strage di cristiani alla vigilia del Natale copto

11.01.2019

Lo sceicco Saad Askar ha lanciato l’allarme da un microfono, dopo aver raccolto segnali di alcuni fedeli. L’imam invita a “restare vicini”. Cristiani e musulmani devono prendersi “cura l’uno dell’altro. Quanti vogliono colpire i luoghi di culto, non hanno religione”.