Svizzera

Sacrificio Quaresimale: un primo bilancio della campagna sulla giustizia climatica

La Campagna ecumenica «Giustizia climatica – Adesso» ha suscitato numerose reazioni durante le settimane di Quaresima. Sacrificio Quaresimale Pane per tutti accolgono con favore questi scambi ricchi e costruttivi che rendono viva la Campagna e consentono di riaffermare l’importanza di sensibilizzare su questi temi.

Quella che si è conclusa ieri, domenica di Pasqua, è la quarta Campagna ecumenica di Sacrificio Quaresimale Pane per tutti incentrata sul mutamento climatico: la prima era stata proposta già nel 1989. Sarà ricordata per l’ampio dibattito che ha suscitato, a partire dal tema fino all’impegno delle organizzazioni di cooperazione allo sviluppo cristiane, e di conseguenza delle Chiese, a favore dell’ambiente e del diritto al cibo.

Attraverso il manifesto della campagna che recita «Meno consumismo. Abbastanza cibo per tutti» la popolazione svizzera è stata invitata a riflettere sull’impronta ecologica di ciò che consuma. In Svizzera tedesca e francese, sul manifesto è stato proposto l’esempio del consumo di carne. Infatti, la deforestazione delle foreste tropicali causata dalla sua produzione, così come l’elevata domanda di acqua ed energia che richiede, hanno un impatto indiscutibile sul mutamento climatico. Lungi dal voler mettere in cattiva luce o far sentire in colpa chi in Svizzera produce o mangia carne, l’obiettivo principale della Campagna è stato quello di incoraggiare un consumo consapevole del cibo dando la preferenza a prodotti regionali e stagionali. Ciò avvantaggia anche l’agricoltura svizzera.

Per quanto riguarda l’impegno per la giustizia climatica di Sacrifico Quaresimale Pane per tutti va ricordato che il mutamento climatico è intrinsecamente legato a questioni di giustizia sociale e sicurezza alimentare. I sempre più frequenti eventi meteorologici estremi hanno un impatto diretto sui diritti umani e compromettono il diritto allo sviluppo dei paesi del Sud e il futuro delle prossime generazioni. Da oltre 50 anni Sacrificio Quaresimale Pane per tutti sensibilizzano la popolazione Svizzera e lavorano per promuovere modelli agricoli ed economici più sostenibili nel Nord e nel Sud del mondo. La Campagna »Giustizia climatica – Adesso» si iscrive in questo solco e persegue gli stessi obiettivi.

In Ticino la novità è stata il giorno di digiuno accompagnato da incontri online

Sacrificio Quaresimale Pane per tutti tracciano un bilancio positivo della Campagna ecumenica, che ha avuto luogo dal 17 febbraio, mercoledì delle Ceneri, al 4 aprile, domenica di Pasqua. Nonostante le difficili condizioni quadro imposte dal coronavirus, le parrocchie hanno implementato il tema della Campagna ecumenica con molta creatività. In Ticino, grazie all’impegno di diverse parrocchie, si èsvolta il 20 marzo la Giornata delle rose. Inoltre, per la prima volta è stato proposto venerdì 26 marzo il digiuno comunitario, accompagnato da cinque incontri online durante i quali il tema è stato approfondito da diversi punti di vista. L’iniziativa ha suscitato interesse e curiosità.

Informazioni:

Il manifesto della campagna ecumenica 2021
5 Aprile 2021 | 16:42
Condividere questo articolo!