Ecumenismo

Il patriarca Bartolomeo a Bologna: «Spegnere i fondamentalismi e favorire il dialogo»

«Giungendo per la seconda volta a Bologna dalla città di Costantino, desideriamo portarvi l’abbraccio della nostra Chiesa ed il fraterno bacio di pace». Così il patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo I, si è presentato ai sacerdoti e religiosi dell’arcidiocesi felsinea incontrati ieri nel Seminario per l’annuale «Tre giorni del Clero». L’evento, aperto ieri dal presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti , ha dato il via ad un periodo intenso per la Chiesa di Bologna che culminerà con la visita di Papa Francesco sotto le Due Torri, il 1° ottobre, in occasione del Congresso Eucaristico Diocesano.

 

Nel suo intervento dedicato al tema dello «Spirito Santo nel mistero della liturgia della Chiesa», il patriarca ha spiegato di avere accolto «con immenso piacere l’invito» dell’arcivescovo di Bologna, monsignor Matteo Zuppi, per «condividere questo importante momento di comunione». «L’incontro del clero di una diocesi, assieme al proprio vescovo, è un fatto di grande vitalità – ha affermato il primate ortodosso – perché permette un reciproco scambio di esperienze e di opinioni, una formazione ed una crescita spirituale, ma soprattutto la ricerca di una comunione di intenti, espressione di «fervore dello Spirito Santo» nella Chiesa di Dio». Bartolomeo ha parlato anche dei sacramenti, spiegando che «l’Oriente in essi non vede solo il rimedio ai nostri peccati e ai nostri bisogni, ma principalmente la manifestazione di Dio e la effusione delle sue energie deificanti».

 

Per il patriarca di Costantinopoli si tratta della seconda visita a Bologna, dopo quella del 2005 quando era stato accolto dall’allora arcivescovo, il cardinale Carlo Caffarra, e aveva celebrato un vespro solenne nella Basilica di San Petronio. Il patriarca si fermerà nella città emiliana fino al 15 settembre. Tra gli appuntamenti di spicco, la Divina Liturgia della Esaltazione della Santa Croce alla presenza di tutti i preti bolognesi – ricorrenza che cattolici e ortodossi celebrano insieme -, e la visita al Monastero di Monte Sole.

 

Il leader ortodosso ha poi tenuto una lectio magistralis all’Assemblea Legislativa regionale sul tema «La salvaguardia dell’ambiente».

14 Settembre 2017 | 07:00
Condividere questo articolo!