Internazionale

Morto a Roma il Gran maestro dell'Ordine di Malta

È morto nella notte tra il 28 e il 29 aprile presso una clinica romana, dove era ricoverato in condizioni critiche per una malattia diagnosticata a fine gennaio, il Gran Maestro, Fra’ Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto.

Uno ” zelante uomo di cultura e di fede» di cui si ricorda «l’integra fedeltà a Cristo e al Vangelo» e il «generoso impegno» vissuto nella sua carica «per il bene della Chiesa» assieme alla «dedizione ai più sofferenti». È il ritratto fatto da Papa Francesco in un telegramma di cordoglio per la scomparsa dell’80.mo Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta morto all’età di 75 anni. Era stato eletto due anni fa al vertice dell’Ordine, dopo averne trascorso uno alla guida come Luogotenente di Gran Maestro dall’aprile 2017 al maggio 2018, assumendone poi la massima responsabilità in un momento critico, segnato da una crisi istituzionale che aveva causato profonde fratture.

Fra’ Giacomo, scomparso prematuramente dopo una breve malattia, viene ricordato per il suo temperamento mite ma al tempo stesso autorevole e determinato. Il suo essere «al servizio dell’Ordine e delle persone che hanno bisogno», come soleva ripetere spesso, lo vedeva impegnato a favore di più svantaggiati, come i senza fissa dimora della stazione Termini di Roma, dove distribuiva i pasti, o anche impegnato nella partecipazione dei pellegrinaggi, come quello internazionale con i malati a Lourdes, o quelli italiani di Loreto e di Assisi.

Fra’ Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto era nato a Roma il 9 dicembre 1944. Si era laureato in Lettere e Filosofia all’Università La Sapienza di Roma, specializzandosi in Archeologia Cristiana e Storia dell’Arte. Ha ricoperto incarichi accademici nella Pontificia Università Urbaniana, insegnando greco classico. È stato anche bibliotecario e archivista capo per le importanti collezioni di ricerca dell’Università. Nel corso degli anni ha pubblicato saggi accademici e articoli su aspetti della storia dell’arte medievale. Nella sua carica di Gran Maestro, si legge in un comunicato dell’Ordine, Fra’ Giacomo Dalla Torre ha intrapreso numerosi viaggi ufficiali e di Stato. Solo lo scorso gennaio si era recato in visita di Stato in Benin e lo scorso luglio in Camerun e più recentemente si era recato in Germania, Slovenia e Bulgaria per incontrare i rispettivi capi di Stato. Nel corso di queste visite, era sempre suo desiderio quello di poter visitare le strutture medico-sociali dell’Ordine di Malta per poter salutare personalmente sia lo staff che i pazienti. Una spiccata umanità e una profonda dedizione alla vita caritatevole hanno animato l’operato dell’80° Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta, il quale verrà ricordato da tutti coloro che lo hanno conosciuto per le sue doti umane e i suoi modi sempre cordiali e affettuosi.

Agenzie/red

Fra' Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto.
30 Aprile 2020 | 14:01
Condividere questo articolo!