Diocesi di Milano

«La situazione è occasione», la nuova lettera pastorale dell'arcivescovo di Milano

Un’occasione per riflettere e agire di conseguenza. Si tratta infatti di una lettera nella forma di  «Proposta per l’anno pastorale 2019-2020» il testo pubblicato in questi giorni dall’Arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, e rivolto ai fedeli dell’Arcidiocesi in vista dell’anno pastorale che avrà inizio ufficialmente il 7 settembre. Delpini nel testo dal titolo «La situazione è occasione» tiene a sottolineare che non si tratta propriamente di una lettera pastorale, ma di un insieme di proposte che intendono accompagnare i fedeli ambrosiani lungo i diversi tempi dell’anno liturgico, intesi come situazioni capaci di sprigionare in modo promettente significative occasioni di crescita nella fede. Monsignor Delpini, forte della convinzione «che la Gloria di Dio abita sulla terra e tutta la trasfigura» – in continuità con il suo motto episcopale Plena est terra gloria eius -, trae spunto dalla Lettera di San Paolo ai Filippesi, invitando il popolo di Dio a valutare ogni situazione che si presenti come occasione di riflessione e crescita, anche nella vita civile: «Condivido con tutti i fedeli i sentimenti che l’Apostolo Paolo mi ispira, con gratitudine e ammirazione per la vita delle nostre comunità e confido la mia sollecitudine per tutti i fedeli che sono parte viva della Chiesa di cui sono servo e per tutta la gente che abita in questa terra: per tutti sento la responsabilità di annunciare il Vangelo e di dare ragioni della speranza, con dolcezza e rispetto». »La nostra Chiesa Diocesana, nel suo peregrinare in questa terra, segnata da una storia antica e da una irrequieta vivacità presente, sta assumendo un volto nuovo», osserva l’Arcivescovo di Milano in apertura. A partire dai quattro «tratti caratteristici», già delineati nel Documento di promulgazione del Sinodo «Chiesa dalle genti. Responsabilità e prospettive» – «la nostra comunità diocesana dimora nello stupore e si trova a proprio agio nella storia; (…) è sensibile al «forte grido» che protesta contro il male, che reagisce all’ingiustizia, che raccoglie il gemito dei poveri, che denuncia le prevaricazioni dei potenti (…) ed è invitata ad alzare lo sguardo per contemplare la promessa sposa, la sposa dell’Agnello» -, l’Arcivescovo propone quindi sei lettere (riunite nella pubblicazione complessiva), che ripercorrono le diverse fasi dell’anno liturgico, ravvisando nel susseguirsi ordinario di questi momenti quelle situazioni che possono diventare occasioni di grazia nel tempo vissuto in relazione con Dio.

Gli interessati al testo possono richiederlo inviando una mail a commerciale@chiesadimilano.it, presso la libreria dell’Arcivescovado (tel. 0039.02.8556233) inviando una mail a libreriarcivescovado@chiesadimilano.it o presso le librerie cattoliche lombarde.

agenzie/red

L'arcivescovo Mario Delpini
12 Luglio 2019 | 06:42
chiesa (435) , milano (33)
Condividere questo articolo!