Internazionale

Domenica a Como l'apertura dell'XI Sinodo diocesano

Domenica prossima, 12 gennaio, «Festa del Battesimo del Signore», verrà aperto l’XI Sinodo della diocesi di Como. Alle 15 – si legge nel comunicato stampa – , l’intera Chiesa di Como è chiamata a vivere, in Cattedrale, il solenne rito di apertura dell’XI Sinodo diocesano, che si focalizza sul tema «Testimoni e annunciatori della misericordia di Dio».

Dal 12 gennaio si aprirà dunque un nuovo capitolo, dopo diverse fasi la prima delle quali iniziata nell’agosto del 2017: ora è il tempo delle assemblee plenarie, in calendario fra Como (presso la chiesa di Sagnino) e Morbegno (presso il complesso San Giuseppe). Il secondo appuntamento delle plenarie è già in calendario e si svolgerà proprio a Morbegno, sabato 8 febbraio. Se dallo scorso 6 aprile a oggi i sinodali hanno lavorato per commissioni e sotto-commissioni sulle singole micro-aree, ora tutti si confronteranno su tutto. Come prevede l’Istruzione sui Sinodi diocesani, l’inaugurazione del Sinodo – così come sarà per la sua conclusione – avviene nell’ambito di una solenne celebrazione eucaristica. Per questa Messa così importante per la vita diocesana è prevista una specifica liturgia sinodale, illustrata dettagliatamente nel Caeremoniale Episcoporum. «Il rito celebrato in Cattedrale, chiesa-madre della diocesi – spiegano dalla Segreteria del Sinodo – indica il radunarsi dell’intera comunità credente diocesana intorno al Vescovo». Alla Santa Messa saranno presenti i circa 300 sinodali (sacerdoti, laici e persone di vita consacrata), i fedeli in rappresentanza dei 29 vicariati (dai 10 ai 30 a seconda della grandezza delle comunità) e tutti coloro che vorranno essere presenti a questo importante momento di Chiesa: «in questo modo – dicono dalla Segreteria del Sinodo – tutta la Diocesi sarà rappresentata. Nessuno sarà escluso, perché la partecipazione alla Santa Messa è per tutti».

Il coinvolgimento dell’intera Chiesa di Como sarà sottolineato dal suono a distesa, alle ore 14.45 di domenica, delle campane di tutte le chiese della diocesi e dall’accensione di un cero, consegnato in questi giorni nelle diverse comunità pastorali e parrocchiali, con il simbolo del Sinodo.

«Vorrei che la Comunità diocesana partecipasse a questo evento di grazia – si legge nell’invito ufficiale del vescovo di Como Oscar Cantoni – per sentirsi tutti coinvolti in questa avventura spirituale. Sì, il Sinodo è un evento animato dallo Spirito Santo, in cui tutti possono sentirsi partecipi, esprimendo con convinzione attiva e responsabile risposta ciò che lo Spirito Santo ha da dire alla nostra Chiesa di oggi. Essa, a sua volta, lo potrà testimoniare ed annunciare nel nostro ambiente di vita, spesse volte molto lontano da quei criteri di misericordia che animano e guidano il nostro essere e il nostro fare, a immagine della Santa Trinità».

Redazione

Cattedrale di Como
9 Gennaio 2020 | 18:29
Condividere questo articolo!

En relation