Papa: il paradiso non è un giardino incantato, ma l’eterno abbraccio con Dio

25.10.2017 – E’ «la meta della nostra esistenza»«», quella dove «entriamo grazie a Gesù»«», che «ci vuole portare là con quel poco o tanto di bene che c’è stato nella nostra vita, perché nulla vada perduto di ciò che Lui aveva già redento. E nella casa del Padre porterà anche tutto ciò che in noi ha ancora bisogno di riscatto: le mancanze e gli sbagli di un’intera vita»«». L’ invito alla recita del Rosario.

Tags

Tags