Carrie Lam, la «Dragon Lady»«» (cattolica) di Hong Kong

31.03.2017 – La nuova Chief Executive dell’ex Colonia britannica ha studiato dalle suore ed è convinta che anche la sua designazione faccia parte del disegno di Dio sulla sua vita. C’è chi già la insulta come «serva dei mandarini rossi», ma potrebbe essere apprezzata anche dalla «maggioranza silenziosa» dei 600mila cattolici hongkonghesi.

Tags

Tags