Viganò, nuovo comunicato con le stesse accuse e gli stessi omissis

L’ex nunzio Carlo Maria Viganò riemerge dal luogo «segreto» dove risiede e pubblica un nuovo mini-memoriale attraverso il network di media amici che già aveva reso noto all’unisono il suo primo «comunicato» con il quale chiedeva le dimissioni di Papa Francesco, accusato – senza alcuna prova – di aver «coperto» il cardinale americano Theodore McCarrick.

 

Viganò ricorda che non c’è stata risposta a un mese di distanza dal suo primo memoriale, nel quale cercava di coinvolgere nelle coperture a favore di McCarrick gli entourage degli ultimi tre Papi, accusando pesantemente Francesco ma cercando di salvare san Giovanni Paolo II (dipinto già cinque anni prima della morte come un uomo malato incapace di intendere e di volere) e Benedetto XVI (che raccomandò a McCarrick di vivere ritirato senza però mai sanzionarlo per non aver obbedito a questa istruzione). E ne deduce che «chi tace, acconsente».

Continua a leggere su VaticanInsider.

L'ex nunzio Viganò.
28 Settembre 2018 | 10:18
accuse (7), Papa (1128), vigano (10)
Condividere questo articolo!