Internazionale

Terra Santa: nuova fase del restauro del Santo Sepolcro

La seconda fase dei lavori di restauro e salvaguardia della Basilica del Santo Sepolcro entra nella fase preparatoria, e viene confermato il ruolo principale che verrà affidato a qualificati organismi e istituzioni italiane nella delicata opera di riqualificazione strutturale del luogo di culto caro a tutti i cristiani del mondo. Martedì scorso, nella sede della Custodia di Terra Santa a Gerusalemme ha avuto luogo la firma di un accordo quadro tra Custodia francescana di Terra Santa e la Fondazione Centro per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali «La Venaria Reale» di Torino, per avviare il processo che porterà nei prossimi anni a porre in atto interventi volti a consolidare le fondazioni dell’Edicola e del pavimento della Basilica. Il progetto verrà condotto in collaborazione con il Dipartimento di Scienze dell’Antichità dell’Università «La Sapienza» di Roma. Alle due istituzioni Accademiche – riferiscono i media ufficiali della Custodia di Terra Santa citati dall’agenzia Fides – sarà affidato il compito di svolgere uno studio di approfondimento sullo stato attuale, anche sotto l’aspetto storico – archeologico, e di preparare il progetto esecutivo degli interventi di restauro necessari.

Leggi l’approfondimento su VaticanNews.

11 Ottobre 2019 | 11:13
Condividere questo articolo!