Diocesi

Tante note diverse per un'unica melodia/catt.ch/gdp

Partiamo dalla fine, questa volta. Dal saluto del vescovo Valerio ai bambini che si sono dati appuntamento a Lugano, ieri, grazie all’impegno organizzativo degli animatori di Azione cattolica ragazzi. In Diocesi, il 1. maggio per tradizione si festeggia così, con il raduno dei piccoli da ogni angolo della Svizzera italiana. Il Vescovo ha dunque parlato con questi bambini, guardandoli in volto, chiedendo il loro nome, ascoltando ciò che avevano sentito durante la giornata. «La musica per me è importante, sapete», ha detto, spiegando che il motto da lui scelto per il suo ministero episcopale (»Non impediam musicam») sottolinea proprio l’importanza di ascoltare tutte le voci per poi comporre una sola melodia. Ogni voce proviene da una determinata esperienza, da un preciso carattere, da una singola cultura, come i bambini hanno appreso grazie alle varie attività proposte dagli animatori di AC e dagli ospiti.

Continua a leggere su Giornale del Popolo.

https://www.flickr.com/photosandolfato
2 Maggio 2018 | 12:27
ac (5), Festa dei bambini (1), lugano (217)
Condividere questo articolo!