dal Mondo

Siria: l'ipocrisia dell'Occidente/GdP.ch

16.04.2018, 12:00 / redazionecatt

«La guerra è un’avventura senza ritorno». Lo sapeva bene Giovanni Paolo II quando nel 1991, nel pieno della prima guerra del Golfo, pronunciò queste parole. Non sembrano averlo imparato però Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna, che tre giorni fa  hanno bombardato il suolo siriano con l’eterna scusa delle armi chimiche, un paravento per giustificare l’ennesimo intervento militare con scopi strategico-economici.

Continua a leggere su Giornale del Popolo.

Santa Sede: Armi nucleari dannose per salute, ambiente, povertà

18.09.2018

Alla 62ma Conferenza internazionale dell’Aiea, mons. Gallagher apprezza gli sforzi dell’organismo Onu verso l’Iran e la Corea del Nord. Occorre un bando totale alle armi nucleari, contro “incontrollato rilascio di materiali radioattivi direttamente nell’ambiente” e per non deviare dalle “ priorità reali dell’umanità sofferente”.

Karim Asir, il "Charlie Chaplin" fra le bombe per donare un sorriso agli afghani

17.09.2018

Il giovane si esibisce per le strade della capitale nonostante i rischi e le minacce. Padre Moretti, ex-cappellano presso l’ambasciata italiana a Kabul: “È da ammirare".

Giovani con il Papa

Dall'America Latina “totale appoggio” a Papa Francesco dai giovani che hanno preso parte al “pre-Sinodo”

13.09.2018

“Siamo i giovani protagonisti del presente, eredi del passato e costruttori del futuro e come tali desideriamo farti conoscere la nostra vicinanza e il nostro totale appoggio in questo arduo lavoro di ricostruzione della nostra Chiesa”.