Il gruppo della Svizzera italiana in cammino verso Roma.
Diocesi
Il gruppo della Svizzera italiana in cammino verso Roma.

#PerMilleStrade: i giovani del Ticino sono partiti "col botto"

10.08.2018, 08:16 / redazionecatt

Abbiamo iniziato col botto”, ci fa sapere la ticinese Medea Proce da Perugia. Sono in Umbria infatti alcuni dei giovani della Svizzera italiana che stanno partecipando al pellegrinaggio di decine e decine di migliaia di giovani di tutte le Diocesi italiane verso Roma per incontrare sabato 11 e domenica 12 agostoil Papa. I giovani della Svizzera italiana si trovano  insieme ad altre centinaia di coetanei  ad un incontro organizzato dal movimento del Rinnovamento nello Spirito a Perugia in preparazione al week end a Roma col Papa. “Maestro, dove abiti?” (Gv 1,39) è il tema su cui riflettono i ragazzi insieme alla Lettera di Papa Francesco ai giovani resa in occasione del prossimo Sinodo in cui Francesco scrive:

“Un mondo migliore si costruisce anche grazie a voi, alla vostra voglia di cambiamento e alla vostra generosità. Non abbiate paura di ascoltare lo Spirito che si suggerisce scelte audaci, non indugiate quando la coscienza vi chiede di rischiare di seguire il Maestro” (Francesco).

Nelle giornate si alterneranno Relazioni, Seminari e Simposi di approfondimento. I giovani sono entusiasti dell’esperienza, come ci dice  Medea: “Abbiamo iniziato con il botto! Ieri Luciana Leone (n.d.r. una responsabile laica del Rinnovamento) ha affrontato il senso del “non temere”, una parola esortativa di Gesù che troviamo nei Vangeli e che viene ripresa dal Papa nel suo messaggio. Così abbiamo parlato delle tante paure che i giovani di oggi vivono”. L’incontro di Perugia si svolge dall’8 agosto fino al 10 agosto ed è costituito da momenti diversi. “Ieri sera abbiamo concluso la giornata con un’intenso momento di preghiera sotto le stelle – continua Medea – un momento che ci ha aiutato a vederci come il Signore ci vede, lasciando da parte tutte le impressioni negative che abbiamo di noi stessi”. In gamba allora, risentiremo i ragazzi nei prossimi giorni, quando saranno a Roma.

Centro Pastorale San Giuseppe, Lugano, sede degli uffici di ComEc.

ComEc e il nuovo progetto editoriale Catholica

13.12.2018

Pubblichiamo di seguito l'intervento dell'Assemblea di ComEc letto dalla direttrice dell'Associazione in occasione della conferenza stampa di presentazione del nuovo progetto editoriale del Corriere del Ticino e della Diocesi di Lugano.

Cerimonia di inaugurazione delle scuole ad Haiti (foto blog)

Haiti: la missione ticinese al giro di boa nonostante il clima teso sull'isola

13.12.2018

Nonostante sull'isola haitiana il clima sociale e politico sia teso e si siano registrati violenti scontri causati dalle sommosse popolari per le nuove tasse imposte dal presidente alla popolazione, prosegue l'opera della missione della Diocesi di Lugano. Nei giorni scorsi sono state inaugurate tre scuole parrocchiali con in totale 300 allievi, situate nella zona di Plaisance e danneggiate nel 2016 dall'uragano Matthew. Dal Ticino, in gennaio, partirà un container con materiale scolastico e igienico. Grazie al sostegno ticinese è stata pure riaperta una mensa scolastica.

"Catholica": il nuovo inserto di informazione religiosa nel Corriere del Ticino

12.12.2018

Come annunciato nella conferenza stampa di questa mattina nella Sede del Corriere del Ticino, a partire da gennaio 2019 verrà avviato un nuovo progetto editoriale concernente la produzione di un inserto di quattro pagine denominato “Catholica” distribuito all’interno del giornale nell’edizione del sabato. Ne parliamo con Cristina Vonzun, direttrice dell'Associazione Communicatio Ecclesiae, l'Associazione le cui redazioni si occuperanno dei contenuti editoriali.