viaggi

Papa Francesco invitato in Iraq

27.12.2018, 10:08 / redazionecatt

Il Presidente della Repubblica dell’Iraq, Barham Salih, che ha incontrato in questi giorni diverse volte il Segretario di Stato di Papa Francesco, il cardinale Pietro Parolin, mercoledì 26 diembre lo ha ricevuto con solennità di stato presso il Palazzo della Pace a Baghdad. Il cardinale Parolin era accompagnato dal Patriarca caldeo, Cardinale Louis Raphael Sako e altri assistenti della chiesa caldea. Il Presidente ha lodato il ruolo del Vaticano nel sostenere gli sforzi di pace e riconciliazione dell’Iraq così come il lavoro per favorire una cultura della fratellanza, della tolleranza e dell’armonia tra i popoli. Il Presidente Salih ha anche reso omaggio a Papa Francesco, augurandogli buona salute e buon lavoro. In concreto poi il governante ha nuovamente invitato il Papa a visitare l’Iraq ed a partecipare ad una conferenza sul dialogo interreligioso nella storica città di Ur, città del Patriarca Abramo, padre delle grandi religioni monoteistiche e città cara ai cristiani dove s. Giovanni Paolo II non è potuto recarsi, come lo voleva intensamente, nel corso dei suoi Pellegrinaggi giubilari del 2000.
Durante la riunione si è discusso sui diversi modi per sviluppare le relazioni tra i due stati e sulle modalità opportune per espandere gli orizzonti della cooperazione congiunta in tutti i campi.

I colloqui hanno anche riguardato la situazione dei cristiani in Iraq. Si è parlato molto sul come mantenere la loro presenza nel Paese, la loro partecipazione nella ricostruzione dell’Iraq. Inoltre tra i due si è discusso sull’importanza del continuo sostegno della comunità internazionale agli sforzi del popolo iracheno nella ricostruzione delle zone abitate da cristiani e da componenti di altre minoranze etniche e religiose che hanno subito il flagello del terrorismo.
Da parte sua, il cardinale Parolin ha trasmesso i saluti di Papa Francesco, sottolineando il desiderio del Vaticano di rafforzare le relazioni con l’Iraq a vari livelli, lodando anche la pacifica convivenza tra gli iracheni di diverse fedi e religioni. Nel corso di una conferenza stampa tenuta dal Presidente e dal Segretario di Stato Vaticano, dopo l’incontro, il cardinale ha ribadito il sostegno di Papa Francesco al popolo iracheno e i forti legami che uniscono i due stati.
Più tardi, il cardinale Parolin e la delegazione vaticana si sono recati a pranzo al Patriarcato caldeo, ospiti del cardinale Louis Sako.

Il Sismografo

Il cammino svizzero verso Santiago/2

13.07.2019

Seconda tappa svizzera del Cammino che porta a Santiago: dal San Gottardo alla città di Friborgo.

Iraq. Card. Sako: “Il Papa in Iraq come nuovo Ezechiele”

12.07.2019

Da Baghdad il card. Louis Raphael Sako, patriarca di Babilonia dei caldei parla al Sir del viaggio di Papa Francesco in Iraq "probabilmente nella primavera del 2020", ed esprime l'auspicio che il Papa e il capo sciita Al Sistani possano firmare "a Najaf" il documento sulla fratellanza umana già siglato ad Abu Dhabi dal leader sunnita Al Tayyeb.

Papa Francesco: "mi piacerebbe visitare l'Argentina nel 2020"

08.07.2019

Intrattenendosi con un giornalista de “La Nación”, in un'intervista pubblicata il 7 luglio, il Papa ha fatto menzione del desiderio di recarsi in Argentina, suo Paese natale, nel 2020. Secondo il giornale argentino, Jorge Maria Bergoglio potrebbe approfittare del medesimo viaggio per recarsi anche in Uruguay, un Paese che non ha ancora visitato.