Internazionale

La storia. Suor Angela: ogni vita umana è un dono e va salvata ad ogni costo

La cronaca torna a parlare di tragedie del mare legate all’immigrazione. E’ di nuovo pronta per partire, intanto, suor Angela Bipendu per tornare ad affiancare il personale della Guardia costiera italiana al largo di Lampedusa. Dopo averlo fatto in modo continuativo per due anni, ora s’imbarca saltuariamente, per il resto del tempo lavora come guardia medica a Bergamo dove si è trasferita. La possibilità e il desiderio di dare la sua testimonianza di cristiana, a servizio degli altri, non vengono mai meno, certo che vivere a contatto con gli «ultimi tra gli ultimi», come lei chiama i migranti che lasciano il proprio Paese per attraversare il Mediterraneo, alla ricerca di un futuro migliore, è stata per lei un’esperienza forte che le ha fatto scoprire la drammatica realtà di queste persone.

Continua a leggere su VaticanNews.

13 Gennaio 2020 | 17:02
lampedusa (5), medico (2), mediterraneo (28), migranti (363), naufragi (1), nave (1), salvataggio (3)
Condividere questo articolo!