Chiesa

In crescita i cattolici nel mondo. L’Africa registra l'aumento più consistente

I fedeli cattolici nel pianeta continuano ad aumentare di anno in anno, seppur a rilento rispetto al passato. L’Africa è il continente con l’incremento maggiore di battezzati dal 2010 al 2016, mentre l’Europa registra un decremento di fedeli. È questa la fotografia scattata dall’Annuario Pontificio 2018 e dall’Annuarium Statisticum Ecclesiae 2016, redatti dall’Ufficio centrale di statistica della Chiesa. Dai documenti emergono anche le statistiche relative a preti, religiosi e seminaristi, che registrano un calo generale.

Più fedeli cattolici nel globo

I cattolici battezzati, come riporta l’Annuarium Statisticum, sono passati dal 2015 al 2016 da 1 miliardo e 285 milioni a 1 miliardo e 299 milioni, con un incremento complessivo pari all’1,1 per cento. Nello stesso periodo temporale la popolazione mondiale è aumentata di poco più rispetto ai numeri dei cattolici e per questo, nel 2016, la Chiesa registra una presenza dei propri fedeli del 17,67 per cento rispetto alla popolazione di tutto il mondo, mentre l’anno precedente erano il 17,73.

L’Africa il continente più dinamico, l’Europa perde fedeli

L’Africa raccoglie, in tutto, il 17,6 per cento del cattolici dell’intero pianeta e si caratterizza per il maggior incremento registrato negli anni che vanno dal 2010 al 2016. I fedeli, infatti, sono passati da poco più di 185 milioni a oltre 228 milioni, con una variazione di oltre ventitré punti percentuali. In particolare è la Repubblica Democratica del Congo ad avere il maggior numero di battezzati, con oltre 44 milioni, seguita dalla Nigeria con 28 milioni di cattolici. Dal lato opposto è il Vecchio Continente che registra un calo, attestato allo 0,2 per cento, pur avendo all’interno del proprio territorio quasi il 22 per cento della comunità cattolica mondiale.

Continua a leggere su VaticanNews.

16 Giugno 2018 | 21:49
chiesa (526), cristianesimo (14)
Condividere questo articolo!