Papa e Vaticano

Il Papa ha concluso oggi il ciclo di catechesi sulla preghiera: quasi «un'enciclica». Link a tutti i testi

Con l’udienza generale del 16 giugno 2021 si chiude il ciclo avviato il 6 maggio 2020. Le 38 riflessioni di Francesco rappresentano quasi una «enciclica» sul pregare e tracciano un itinerario sulla relazione che ogni essere umano può instaurare con il Signore. Una guida ragionata per ripercorrerlo con la voce del Pontefice. Qui il link a chi desidera rileggere il prezioso materiale.

Il tema odierno esposto dal Papa è stato «Il dialogo con il Padre è il nucleo incandescente di tutta la sua esistenza». La catechesi del 16 giugno 2021 si è svolta nel cortile di San Damaso del Palazzo Apostolico, davanti ad una numerosa folla. 

Il Pontefice ha parlato della preghiere di Gesù durante le ore della Passione. Ore che «sono il cuore del Vangelo non solo perché a questa narrazione gli Evangelisti riservano, in proporzione, uno spazio maggiore, ma anche perché l’evento della morte e risurrezione – come un lampo – getta luce su tutto il resto della vicenda di Gesù». La Salvezza che porta Gesù è totale e messianica «fa sperare nella vittoria definitiva della vita sulla morte».

Il Papa ha ricordato che Gesù chiama il Padre «papà» e prega con le parole dei salmi, e sulla croce «si compie il dono del Padre, che offre l’amore senza riserve del suo Figlio come prezzo della nostra salvezza». Gesù prega per ognuno sempre e non va dimenticato anche nei momenti più brutti . Il Papa ha ripreso poi la preghiera sacerdotale e concluso: «Questa mi sembra la cosa più bella da ricordare, concludendo questo ciclo di catechesi dedicate al tema della preghiera: la grazia che noi non solamente preghiamo, ma che, per così dire, siamo stati «pregati», siamo già accolti nel dialogo di Gesù con il Padre, nella comunione dello Spirito Santo. Siamo stati voluti in Cristo Gesù, e anche nell’ora della passione, morte e risurrezione tutto è stato offerto per noi. E allora, con la preghiera e con la vita, non ci resta che dire: Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen».

foto vaticanmedia
16 Giugno 2021 | 10:23
Condividere questo articolo!