Fra Mauro Jöhri: indizione dell'anno laurenziano

«Il prossimo anno ricorrono 400 anni dalla morte di San Lorenzo: ritengo molto significativo che dal 21 luglio 2018 al 21 luglio 2019 si celebri un anno in suo onore e questa lettera ne vuole essere l’atto d’indizione». Lo scrive fra Mauro Jöhri, ministro generale dell’Ordine dei frati minori cappuccini, nella lettera di indizione dell’Anno laurenziano indirizzata ai frati e alle sorelle Clarisse cappuccine.

Dopo aver ricordato la scoperta della sepoltura a Villafranca del Bierzo delle spoglie di san Lorenzo da Brindisi, il ministro generale ripercorre la sua storia, facendo notare che il santo «a tutt’oggi è l’unico ministro generale del nostro Ordine che è stato elevato agli onori della Santità, e che è stato proclamato Dottore della Chiesa». Una scelta sulla quale incise nella decisione di Papa Giovanni XXIII, secondo fra’ Jöhri, la «pubblicazione della versione integrale dei suoi scritti».

L’invito del ministro generale nei confronti dell’Ordine è quello di «predisporre un’adeguata celebrazione della santità di Lorenzo da Brindisi nel IV centenario della sua morte». «Un luogo dove mi auguro questo evento potrà avere un’importanza particolare sarà il nostro Collegio Internazionale San Lorenzo da Brindisi in Roma».

Infine, fra’ Jöhri ricorda che «questa è l’ultima lettera che vi scrivo e colgo questa occasione per ringraziarvi della pazienza e della benevolenza che avete manifestato nei miei confronti». Il suo mandato terminerà nei prossimi giorni al termine del prossimo Capitolo generale.

Agenzie/red

Padre Mauro Jöhri
16 Agosto 2018 | 17:00
Condividere questo articolo!