migranti

Aquarius: la Diocesi di Valencia accoglierà 200 migranti

13.06.2018, 19:06 / redazionecatt

L’arcidiocesi di Valencia, in Spagna, è disposta ad accogliere fino a 200 persone della nave Aquarius in abitazioni, centri, collegi, parrocchie o famiglie. Il cardinale Antonio Cañizares Llovera ha costituito per l’occasione un gruppo di coordinamento per mobilitare tutte le risorse disponibili nella diocesi per assistere i migranti nei bisogni di base, educazione e promozione umana.

In attesa dello sbarco previsto tra sabato e domenica si stanno svolgendo in questi giorni riunioni tra le istituzioni locali e le organizzazioni della società civile per organizzare l’accoglienza della nave della Ong Sos Méditerranée che aveva salvato sabato 629 uomini, donne e bambini (123) ma alla quale L’Italia aveva negato l’accesso ai suoi porti.

Dopo l’appello dell’arcivescovo di Valencia, cardinale Antonio Cañizares, il portavoce della Diocesi ha dichiarato: “Abbiamo avuto una risposta impressionante da parte della gente: ci hanno chiamato singoli, famiglie, sacerdoti – precisano -. Abbiamo già molta esperienza in quest’ambito perché accogliamo in un collegio persone di 24 nazionalità diverse e moltissimi bambini musulmani. L’università cattolica diocesana ci potrà aiutare con i problemi di lingua”.

Molti migranti sono stati trasferiti su due navi militari italiane per permettere alla nave Aquarius di navigare in sicurezza, scortandola fino al porto di Valencia. Appena arriveranno a Valencia le persone riceveranno una prima accoglienza medica di cui si occuperà la Croce Rossa e seguiranno le procedure di identificazione da parte delle istituzioni locali e le pratiche burocratiche per il riconoscimento dello status di rifugiati.

(agenziasir/red)

Migranti, nunzio Usa: "erigere muri è diventata una moda"

20.08.2018

La denuncia di Unicef e l'intervento del nunzio apostolico negli Stati Uniti, mons. Christophe Pierre, ieri durante l’incontro inaugurale del Meeting di Rimini, organizzato da Comunione e Liberazione. Una riflessione anche sui recenti casi di abuso emersi.

Drammatico rapporto di Amnesty sulle morti di migranti nel Mediterraneo

08.08.2018

Secondo l'agenzia umanitaria in due mesi i morti in mare sarebbero stati oltre 700. Il dramma dei respingimenti verso la Libia che vanno ad aumentare il numero di persone detenute nel paese del Nord Africa in condizioni non umane.

Migranti: da inizio anno 1.100 morti, “assistenza umanitaria disperatamente necessaria”

01.08.2018

"Questo disprezzo per la vita umana è spaventoso”. Lo dichiara Aloys Vimard, coordinatore di Medici senza frontiere (Msf) a bordo della Aquarius.