migranti

Aquarius: la Diocesi di Valencia accoglierà 200 migranti

13.06.2018, 19:06 / redazionecatt

L’arcidiocesi di Valencia, in Spagna, è disposta ad accogliere fino a 200 persone della nave Aquarius in abitazioni, centri, collegi, parrocchie o famiglie. Il cardinale Antonio Cañizares Llovera ha costituito per l’occasione un gruppo di coordinamento per mobilitare tutte le risorse disponibili nella diocesi per assistere i migranti nei bisogni di base, educazione e promozione umana.

In attesa dello sbarco previsto tra sabato e domenica si stanno svolgendo in questi giorni riunioni tra le istituzioni locali e le organizzazioni della società civile per organizzare l’accoglienza della nave della Ong Sos Méditerranée che aveva salvato sabato 629 uomini, donne e bambini (123) ma alla quale L’Italia aveva negato l’accesso ai suoi porti.

Dopo l’appello dell’arcivescovo di Valencia, cardinale Antonio Cañizares, il portavoce della Diocesi ha dichiarato: “Abbiamo avuto una risposta impressionante da parte della gente: ci hanno chiamato singoli, famiglie, sacerdoti – precisano -. Abbiamo già molta esperienza in quest’ambito perché accogliamo in un collegio persone di 24 nazionalità diverse e moltissimi bambini musulmani. L’università cattolica diocesana ci potrà aiutare con i problemi di lingua”.

Molti migranti sono stati trasferiti su due navi militari italiane per permettere alla nave Aquarius di navigare in sicurezza, scortandola fino al porto di Valencia. Appena arriveranno a Valencia le persone riceveranno una prima accoglienza medica di cui si occuperà la Croce Rossa e seguiranno le procedure di identificazione da parte delle istituzioni locali e le pratiche burocratiche per il riconoscimento dello status di rifugiati.

(agenziasir/red)

Naufragio nel Mediterraneo: Sant’Egidio, “l’Europa metta da parte i litigi e intervenga”

19.01.2019

“Di fronte all’ennesimo, drammatico, naufragio di migranti, occorre far tacere ogni polemica e mostrare pietà”. Lo scrive in una nota la Comunità di Sant’Egidio a proprosito della notizia dei 117 dispersi al largo della Libia, tra cui anche donne incinte e neonati, a causa di un naufragio.

Global compact, il Vaticano: “Speriamo in un ripensamento di chi non ha aderito”

18.01.2019

Padre Fabio Baggio, segretario della Sezione Migranti del Dicastero per lo Sviluppo integrale: «L’accordo non è un’ingerenza per le politiche interne dei vari Paesi, per rispondere al problema migratorio serve un approccio multilaterale».

Vescovi lombardi uniti in favore dei migranti

11.01.2019

A fronte di “una situazione sociale incerta e frammentata, dove è più facile coltivare solitudine e angoscia”, “i vescovi invitano i fedeli delle loro Chiese a essere testimoni di speranza, capaci di segnare questo nostro tempo con significative scelte di profezia evangelica”.