Svizzera

Opera Don Bosco nel Mondo - Cinquant'anni di generosità dal Ticino al mondo

11.01.2019, 06:45 / redazionecatt

Come si può leggere sul suo sito internet, la Fondazione Opera Don Bosco nel Mondo è stata fondata il 24 giugno 1965 da don Enrico Morganti, sacerdote salesiano svizzero, per sostenere le Opere Salesiane in Burundi e in particolare la costruzione della scuola di Ngozi.

Oggi lo scopo della Fondazione è però più vasto, e comprende il sostegno e l’aiuto alle Opere di Don Bosco nel mondo, attraverso la realizzazione di progetti sociali ed educativi per giovani e adulti, interventi strutturali e aiuti alle popolazioni colpite da calamità naturali e emergenze umanitarie in molti Paesi in cui sono presenti i Salesiani con i loro operatori.

In particolare, la Fondazione promuove poi un sostegno a distanza che non si rivolge solo ad un bambino in particolare, ma anche ad una comunità di bambini e ragazzi che possono partecipare, con la loro comunità e nel contesto sociale in cui vivono con le loro famiglie, ai programmi educativi offerti loro dalle Opere Salesiane di don Bosco.

Inoltre, la Fondazione nel tempo ha reso possibili diversi interventi umanitari, per esempio in occasione del terremoto in Ecuador o della guerra civile in Sudan o nell’attuale conflitto in Siria. Gli aiuti possono consistere in beni di prima necessità, come acqua, cibo, coperte, medicinali oppure in aiuti per la realizzazione di progetti strutturali ed igenico-sanitari finalizzati al ripristino e al recupero delle comunità locali.

La Fondazione può essere sostenuta con una donazione a “Opera Don Bosco nel Mondo”,

al numero bancario IBAN: CH87 0900 0000 6900 3320-3

e al conto corrente: 69-3320-3.

(red)

Il vescovo Markus Büchel durante la funzione a Lucerna. Foto cath.ch

Monsignor Büchel: "La libertà religiosa non è un dono, ma un diritto"

21.01.2019

"Oggi assistiamo alla più grande persecuzione dei cristiani di tutti i tempi", ha sottolineato il vicepresidente della Conferenza dei vescovi svizzeri in una stipata chiesa dei gesuiti a Lucerna, durante una celebrazione in memoria del fondatore di Aiuto alla Chiesa che Soffre. Parlando del Medio Oriente il vescovo ha invitato alla solidarietà nei confronti dei cristiani di quelle terre e di Israele che non godono la stessa parità di diritti degli altri cittadini. Appello alla solidarietà nei loro confronti.

Il gruppo (quasi completo) di giovani ticinesi in viaggio verso Madrid.

Anche dieci ticinesi all'Incontro europeo di Taizé a Madrid

28.12.2018

Guidati da don Rolando Leo, raggiungeranno venerdì mattina, dopo una notte in bus, la capitale spagnola per partecipare al tradizionale "pèlerinage de confiance", come lo chiamava frère Roger fondatore della Comunità di Taizé; un cammino di fede in mezzo alle culture dei vari popoli, rappresentati da centinaia di giovani provenienti da tutta Europa. Resteranno a Madrid fino al 1. gennaio.

Nuovo sito per la Provincia svizzera dei Domenicani

27.12.2018

Il sito internet dei domenicani della Provincia svizzera si rifà a nuovo. "Internet è il luogo per eccellenza della visibilità. Vogliamo farci trovare da chi ci cerca", indicano i frati in un comunicato stampa del 26 dicembre.