Ticino

Nasce l'Osservatore culturale

13.06.2018, 13:27 / redazionecatt

Il 1. luglio 2018 nascerà una testata online dedicata a temi scientifici, culturali ed economici per lettori di lingua italiana, con attenzione particolare al Canton Ticino ed in generale all’Insubria fino a Milano. L’Osservatore proporrà sia contributi ad accesso libero, sia contributi riservati agli abbonati. Sarà spedito settimanalmente, tramite posta elettronica, L’Osservatore Magazine, una pubblicazione PDF in formato A4.

È prevista una pubblicazione su carta dell’Osservatore Magazine. Il costo di un abbonamento annuo è di franchi 20.– Coordina il progetto la Eurisco Sagl di Lugano, sono coinvolte le seguenti persone: Cleto Pescia (editore), il responsabile della sezione cultura Manuela Camponovo, il responsabile del settore economico Corrado Bianchi Porro e il responsabile della grafica e impaginazione Armando Boneff.

GdP: nasce un fondo di solidarietà per i dipendenti

12.06.2018

Oggi in Curia a Lugano incontro tra il vescovo, i sindacati e un rappresentante dei dipendenti del quotidiano fallito. Sarà costituita un'associazione all'interno della quale si costituirà un fondo di solidarietà per gli ex dipendenti e verrà lanciato un appello a tutti i potenziali donatori.

Il GdP dal Concilio Vaticano II ad oggi

05.06.2018

Nella stagione postconciliare fu mons. Corecco nel 1987 a dare al Giornale del Popolo una nuova linea editoriale in cui si auspicava un pluralismo di posizioni. Negli anni 2000 mons. Grampa rilanciò in modi diversi il Giornale del Popolo grazie anche al sostegno del Gruppo del Corriere del Ticino.

I giovani di Azione Cattolica di Locarno con Denise Carniel

I giovani di Azione Cattolica di Locarno in ascolto di una storia vera

04.06.2018

I giovani di Azione Cattolica di Locarno venerdì hanno condiviso la testimonianza di una ragazza che ha fatto della sua carrozzella un trampolino per tante iniziative e idee. Lei si definisce parte di quella schiera di "eroi silenziosi vincitori sulla vita, fieri e dignitosi custodi del loro dolore, laboriosi esseri umani, padri e madri e figli degni di questo nome".