Internazionale

Il Papa dona attrezzature sanitarie negli ospedali del sud Italia

La «sorpresa pasquale di papa Francesco» è arrivata martedì mattina all’ospedale di Locri (Reggio Calabria): 4mila mascherine400 tute400 occhiali, un completo per i medici che sono chiamati a fronteggiare l’emergenza da Covid-19. E analoghe «sorprese» sono arrivate quasi contemporaneamente all’ospedale Cotugno di Napoli e a quello di Albano.

«Regali» pasquali per  gli ospedali di Locri (Reggio Calabria), di Napoli e di Albano. Il mittente è il  Santo Padre, papa Francesco che ha voluto donare 4 mila mascherine 400 tute dotate di altrettanti occhiali di protezione. Il materiale, destinato al personale sanitario, è arrivato ed è stato inviato dall’elemosiniere del Papa, cardinale Konrad Krajewski, al vescovo della diocesi di Locri-Gerace, monsignor Francesco Oliva che lo ha consegnato al Direttore sanitario e agli altri responsabili per l’emergenza coronavirus del nosocomio calabrese locrese.

«Un grazie sincero» va a Papa Francesco, dice mons. Oliva: il Papa pensa a tutti come dimostra il suo intervento in tante occasioni. »Grazie papa Francesco per questa sorpresa pasquale. Grazie per questo dono speciale per il nostro ospedale». L’intervento di papa Bergoglio non è una risposta ad una richiesta specifica da parte del vescovo della Locride o di altri ma «un dono spontaneo che proviene dal suo cuore di padre, che guarda a tutti ed ha un’attenzione particolare verso quelli più in difficoltà». E quello che è arrivato risponde ad un bisogno reale del nosocomio, materiale sanitario indispensabile per la prevenzione dal contagio da coronavirus.

Agenzie/Red

15 Aprile 2020 | 12:39
coronavirus (330), emergenza (29), mascherine (4), Papa (1123)
Condividere questo articolo!