Il cappuccino polacco, padre Bartkiewicz
Ticino e Grigionitaliano

Bulgaria: una piccola minoranza cattolica in grande difficoltà

Padre Jaroslaw Bartkiewicz (OFM) proveniente dalla Bulgaria, sarà in Svizzera dal dal 22 fino al 30 di gennaio 2022. In questo periodo testimonierà la sua esperienza e l’aiuto ricevuto da «Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACN)», nel corso di diverse S. Messe e conferenze.

Sebbene la Bulgaria sia membro dell’UE, un quinto dei 7,1 milioni di abitanti di questo Paese dell’Europa sudorientale, vive in condizioni di povertà. Un abitante su dieci è addirittura considerato «estremamente povero». Quasi un quarto della popolazione è disoccupato e anche coloro che hanno un lavoro, spesso guadagnano così poco che a malapena riescono a sbarcare il lunario. A soffrirne più di tutti, sono soprattutto gli anziani, che spesso non hanno che una piccola pensione e la minoranza rom. Ecco: questo è il contesto in cui lavora Padre Jaroslaw Bartkiewicz.

La Chiesa cattolica in Bulgaria

Il Paese è per lo più cristiano, ma più di tre quarti della popolazione appartiene alla Chiesa ortodossa bulgara. Oltre alle due diocesi di Sofia-Plowdiw e Nikopol, della Chiesa cattolica romana fa parte anche la Chiesa cattolica bulgara. Dei circa 80.000 cattolici, circa 10.000 appartengono all’Esarcato apostolico dei cattolici di rito bizantino in Bulgaria, con sede a Sofia.

Tra le doti che un prete o una suora in questo contesto deve avere, c’è una grande pazienza. Non è un luogo dove è facile raccogliere successi, qui! «Lavoriamo per le generazioni a venire», affermano concordi sacerdoti e suore locali. La Chiesa cattolica si occupa anche della minoranza Rom, trascurata dalla politica. I Rom sono spesso discriminati quando cercano un alloggio o un lavoro, mentre i loro bambini e i giovani non hanno grandi prospettive scolastiche. La Chiesa cattolica cerca di invertire questa tendenza.

Padre Jaroslaw Bartkiewicz: un francescano

Padre Jaroslaw è polacco. Già da adolescente, racconta,  sentì la chiamata di Dio.  San Francesco d’Assisi e Massimiliano Kobe sono stati i suoi punti di riferimento, tanto da scegliere di entrare a far parte dell’ordine dei Francescani. Iniziò la sua formazione a Lodz, in Polonia, dove si convinse di voler lavorare nella diaspora. Dopo la sua consacrazione, nel 2004, l’Ordine lo ha inviato in Bulgaria. Oggi è attivo nella città bulgara settentrionale di Pleven, dove ancora a distanza di anni dalla caduta del comunismo, le messe venivano celebrate nelle case private.

Grazie al sostengo di «Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACN)» è stata costruita una chiesa dedicata alla Madonna di Fatima: oggi è un santuario mariano di importanza nazionale. «Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACN)» sostiene progetti in Bulgaria per circa 100’000 franchi all’anno.

Offerte con la causale «Bulgaria» posso essere inviate a:

Cysatstrasse 6, 6004 Lucerna, T 041 410 46 70

E-Mail: mail@kirche-in-not.ch; www.kirche-in-not.ch

PC Conto: 60-17200-9; IBAN 55 0900 0000 6001 7200 9


Padre Jaroslaw Bartkiewicz a Locarno

Sabato, 22.01.2022
Locarno Monti TI, Monastero Carmelo S. Giuseppe
ore 7.30 – Santa Messa

Domenica, 23.01.2022
Locarno Monti TI, Monastero Carmelo S. Giuseppe
ore 7.30 – Santa Messa

Il cappuccino polacco, padre Bartkiewicz | © ACN
15 Gennaio 2022 | 06:21
acn (5), bulgaria (11)
Condividere questo articolo!

En relation