Cristina Vonzun

Un Papa sempre sul pezzo

Cari amici, il Papa celebra il matrimonio tra una hostess e uno stewart in aereo, a oltre 3000 metri di quota. Il Papa soccorre la poliziotta caduta da cavallo. Il Papa piange con le vittime di altri che sono colpevoli e per i quali chiede trasparenza e denuncia. Tre scene da un viaggio che sono tre istantanee della Chiesa «ospedale da campo» di Bergoglio. Ai giovani del Cile – in uno straordinario incontro dialogato – chiede di far sentire la loro voce fino al Sinodo, anche quelle voci che a Roma non arriverebbero mai. Sono lezioni di un Papa che ci mostra cos’è una Chiesa ospedale da campo: una Chiesa che si getta nella mischia, che non è ingessata, che vive un Vangelo di strada. Spesso penso a papa Francesco nei panni di prete di strada. I gesti descritti prima, ma anche tanti altri che gli vediamo compiere sono tratti tipici di una pastorale della strada che coglie nei bisogni immediati del popolo gli input per essere una presenza viva, vivacissima, dentro la vita della gente. Si direbbe, in linguaggio giornalistico, una Chiesa «sempre sul pezzo». J. M. Bergoglio, spettacolare comunicatore cattolico, è proprio così: è un Papa sempre sul pezzo, che non perde un colpo, anzi rilancia. Non è show il suo, ma passione infinita per «la carne di Cristo» nelle persone che incontra. Misericordia, cultura dell’incontro, prossimità, popolo, beatitudini sono le cifre evangeliche con cui sta scrivendo il suo Pontificato e – speriamo – coloro che nella Chiesa con immensa libertà accetteranno la sua lettura evangelica della missione. #modopapa (dice l’hashtag di twitter)

19 Gennaio 2018 | 21:20
chiesa (509), cile (62), comunicazione (33), incontro (48), misericordia (54), Papa (1118), popolo (3), sorprese (2), Viaggio apostolico (119)
Condividere questo articolo!