Blog

Non ci servono le vostre armi, abbiamo già le nostre


Docenti armati nelle scuole USA? Ne ha parlato giovedì il presidente degli Stati Uniti Donald Trump incontrando una delegazione di persone toccate dai tragici episodi nelle scuole americane. Ha affermato che si potrebbe valutare la possibilità di fornire armi a docenti, appositamente formati, per difendere gli allievi in caso di un’intrusione minacciosa. Il tutto mentre migliaia di studenti in queste settimane chiedono di risolvere il problema ma alla radice, andando a colpire la vera causa: la diffusione e la grande quantità delle armi nel paese.

Mi è venuta in mente la celebre frase di Malala Yousafzai, vincitrice del Premio Nobel per la pace per il suo impegno per l’affermazione dei diritti civili e per il diritto all’istruzione:

“Prendete i vostri libri, le vostre penne, sono la vostra arma più potente. Un bambino, un insegnante, un libro, una penna possono cambiare il mondo”. (discorso all’ONU nel 2014)

Caro presidente Trump, nelle scuole abbiamo già le nostre armi. Non ce ne servono altre! La scuola ha già le sue armi e molto più potenti: le armi della cultura e dell’educazione alla libertà. Sono queste le armi che servono, non le vostre, presidente Trump!

Davide De Lorenzi

Classe 1975, originario di Claro (TI) sono sposato e padre di due bimbi. Dopo gli studi universitari a Friborgo sono rientrato in Ticino, dove insegno storia geografia in una scuola media dal 2000.

Oltre a famiglia e lavoro sono appassionato di escursioni in montagna e con la mountain bike. Mi piace viaggiare, anche solo con la mente, e pensare. Spero di farlo anche scrivendo.

autore