Blog

Il Blog di Corinne Zaugg - Prima puntata


Inizio di una nuova avventura. Per me, giornalista, donna, moglie, madre di ormai medio-lungo corso e per catt.ch che inizia ora a muovere i suoi primi, giovani passi. Le nostre strade si incrociano qui. In queste pagine virtuali. In questo blog, che altro non è che uno spazio bianco, da riempire di parole, pensieri e perché no: anche di emozioni, qui un po’ più libere e sciolte rispetto ad altri luoghi ed altri contesti.
Amo fare programmi. Mi piace suddividere la settimana in giorni, i giorni in ore e le ore in minuti per pianificare o meglio ottimizzare il tempo che sento mancarmi sempre. Mi piacerebbe un sacco promettervi (o infliggervi?!) un mio intervento al giorno: poche righe. La condivisione di un pensiero che mi ha attraversato la mente o una corta riflessione nata da qualcosa che ho visto, letto, vissuto.  So invece che le mie presenze qui saranno discontinue, saltellanti, caratterizzate da un arbitrario alternarsi tra presenze e assenze. Sono fatta così. E il mio amore per i programmi, le tabelle, le agende altro non è che un tentativo di darmi una regola. Di porre un arginare ad un mio endemico disordine che neppure i ritmi di una famiglia numerosa né l’età che avanza sono riuscito a imbrigliare e domare del tutto.  Pertanto nessuna promessa. Vedremo, sarà quel che sarà. Ogni nuova partenza contiene in sé una sfida. Un moto positivo. E pertanto ho voluto coglierla per esserci. Qui, sulle pagine di catt.ch e accanto a voi. Per parlare, riflettere, condividere, commentare  e raccontare quel che la vita, giorno per giorno, ci porta.

Corinne Zaugg

Un marito, quattro figli, un cane. Da sempre scrivo: la vita, la gente, le cose. Per questo, dopo il liceo a Lugano, la facoltà di Lettere all’Università Cattolica. Dieci anni a Milano: la metropoli, ogni cosa a portata di mano, dal teatro alla brioche appena sfornata. Poi il ritorno in Ticino e l’inizio di una ininterrotta collaborazione con il Giornale del Popolo. Cronaca, pagine speciali e “La panchina”: rubrica a pié di pagina, spazio informale dove scambiare due parole su quello che passa per la testa e dal cuore.

Poi la scoperta di una nuovo mondo: quello dei cristiani perseguitati. Dal 2000, l’esperienza professionale con “Aiuto alla Chiesa Che Soffre” e tanti viaggi ai confini del mondo, là dove la fede fa la differenza. A volte addirittura tra la vita e la morte. Con tanti, nuovi incontri che segnano e cambiano. Mentre c’é spazio e tempo per sempre nuove passioni: per la storia e la vita delle donne, per esempio. Ieri e oggi. Qui e altrove. Nella società e nella Chiesa. Per arrivare ad oggi. Con un marito, sempre lo stesso, quattro figli ormai adulti e un cane. Diverso.

autore