Internazionale

Il no dell'Onu al decimo anno di carneficina in Siria

«Abbiamo visto atrocità orribili, compresi crimini di guerra», afferma il segretario generale delle Nazioni Unite chiedendo a gran voce che «non ci sia impunità». All’inizio del decimo anno di guerra, il 15 marzo prossimo, Guterres  sottolinea che «i passi per porre fine alla sofferenza del popolo siriano sono ben noti ma devono essere realizzati». In primo luogo, il protocollo aggiuntivo del 5 marzo al memorandum sulla stabilizzazione della situazione nell’area di Idlib, concordato tra Russia e Turchia, deve portare a una cessazione duratura delle ostilità che spiani la strada a un cessate il fuoco permanente a livello nazionale. Guterres ribadisce: «Le parti devono tornare al processo politico facilitato dall’Onu, che rimane l’unica strada percorribile per porre fine al conflitto e offrire una pace duratura al popolo».

Continua a leggere su VaticanNews.

14 Marzo 2020 | 12:04
guerra (108), onu (70), siria (200), stop (2)
Condividere questo articolo!