Ticino

La vicenda controversa dell'Imam di Lugano

È un caso estremamente delicato e i sospetti, anche se mai provati, anche se mai sfociati in una condanna e anche se sempre contestati giuridicamente dal diretto interessato, sono di quelli che restano attaccati per sempre. Nel maggio del 2014 l’imam della moschea di Viganello Samir Radouan Jelassi chiede e ottiene a Lugano la cittadinanza elvetica. Quattro anni dopo, il 14 settembre 2018, la SEM (la Segreteria di Stato della migrazione) annulla la naturalizzazione basandosi su un preavviso negativo dei servizi segreti. Domenica 5 novembre l’Imam ha replicato alle accuse in una conferenza stampa.

Continua a leggere la vicenda sul Cdt.

Il Forum svizzero per il dialogo interreligioso e interculturale ha espresso il suo sostegno all’imam Jelassi

L'imam della moschea di Lugano Samir Radouan Jelassi
4 Novembre 2019 | 14:10
musulmani (39), ticino (294)
Condividere questo articolo!