Papa

"La non violenza come stile politico" / gdp.ch

Papa Francesco ha annunciato oggi il messaggio per la 50esima Giornata mondiale della Pace.

Con catt.ch e Strada Regina gratis tutte le notizie su WhatsApp

Filmati, interviste e articoli direttamente sul telefonino
Catt.ch e Strada Regina propongono un nuovo servizio gratuito per restare aggiornati su tutto quanto succede nel mondo cattolico, locale e globale, che consentirà di ricevere le news comodamente sul proprio smartphone, attraverso WhatsApp.

Nota
Chiesa

DIALOGO CON L'ISLAM Monsignor Spreafico, un segno dei tempi la presenza degli islamici nelle chiese, ma “nessuno ha pregato insieme”

"Non è stata una preghiera comune ma un segno di condivisione. Nessuno ha mai pensato di vivere una celebrazione eucaristica con persone di altre religioni". Interviene così monsignor Ambrogio Spreafico, presidente della Commissione Cei per l'ecumenismo e il dialogo nel dibattito sulla presenza dei musulmani nelle parrocchie italiane all'indomani della uccisione di padre Jacques Hamel a Rouen. "Ma è molto bello che loro abbiano voluto partecipare al momento più significativo della nostra espressione di fede per condividerla. I segni quindi bisogna capirli perché possono muovere e condizionare la storia”.

Eventi

Meeting di Rimini. Vittadini: “Solo il bene cambia la storia. Niente buonismo ma solo realismo”

Si è chiusa oggi, 25 agosto, a Rimini la XXXVII edizione del Meeting per l’amicizia dei popoli (dal 19 agosto), quest’anno sul tema “Tu sei un bene per me”. Una settimana di incontri, di mostre, esposizioni, dibattiti, eventi culturali e sportivi che hanno visto circa 800mila presenze, in linea con i numeri degli scorsi anni. Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, traccia un bilancio di questa edizione.

https://www.flickr.com/photosguyfawkes
Commento
https://www.flickr.com/photosguyfawkes

LA DISTOPIA DELLA REALTÀ. La morte dei “figli degli uomini” è la scomparsa dell’umanità intera

L'attenzione mediatica alle piccole vittime delle tragedie non è solo questione di notiziabilità, ma segnala l'acuta nostalgia per un bene raro: i bambini. Rimandati all'infinito ne nascono sempre meno e rischiamo di accorgerci del silenzio dei parchi giochi solo quando è tardi e ci si rende conto che è stata spazzata via un'intera generazione. Dalla scuola di San Giuliano di Puglia a "I figli degli uomini", i salvati e i perduti raccontano una storia che ci riguarda da vicino.

terremoto

Migranti al lavoro nelle tendopoli

Difficile non notarli nella loro divisa arancio fluorescente. Pelle scura, guanti alle mani e cappellino in testa per proteggersi dal sole, canticchiano ritmate canzoni africane e accennano qualche passo di danza mentre lavorano. Vengono dalla Nigeria, dal Mali, dal Senegal, ma sono ormai talmente riconoscenti nei confronti del nostro Paese che li ha salvati da un barcone alla deriva, che ora si sentono parte della nostra nazione.

Zenit ›