Chiesa

Papa: canto e musica, strumenti di evangelizzazione

La musica sia uno «strumento di unità» per rendere «efficace» il Vangelo nel mondo di oggi, «attraverso la bellezza che ancora affascina e rende possibile credere affidandosi all’amore del Padre». È l’esortazione del Papa ai partecipanti al III Convegno internazionale delle corali, in corso da venerdì in Vaticano. Tra di essi anche una quarantina di coristi ticinesi. Incontrandoli in Aula Paolo VI, con musiche e canti che stanno contraddistinguendo l’evento organizzato dal Pontificio Consiglio per la nuova evangelizzazione, il Pontefice osserva subito come le note levatesi per l’occasione abbiano «risvegliato il Vaticano».

Ringraziando l’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Dicastero, Francesco ricorda il documento finale del recente Sinodo dei vescovi dedicato ai giovani, in cui oltre a sottolineare l’importanza della musica per i ragazzi, si evidenzia pure come il «linguaggio musicale» rappresenti una risorsa pastorale. La musica e il canto, aggiunge richiamando le parole pronunciate poco prima dallo stesso mons. Fisichella, sono un «vero strumento di evangelizzazione» nella misura in cui coloro che li propongono si rendono testimoni della «profondità della Parola di Dio che – spiega – tocca il cuore delle persone», permettendo una «celebrazione dei sacramenti, in particolare della santa Eucaristia, che fa percepire la bellezza del Paradiso».

Continua a leggere su VaticanNews.

25 Novembre 2018 | 00:43
aula paolo VI (1), corali (5), incontro (43), liturgia (17), musica (40), vaticano (108)
Condividere questo articolo!
En relation