Chiesa

Sei mesi di carcere con la condizionale per il cardinale Barbarin

L’arcivescovo di Lione, il cardinale Philippe Barbarin, è stato condannato a sei mesi di carcere con sospensione condizionale della pena per «aver coperto gli abusi sessuali nei confronti di minori commessi da altri sacerdoti». Barbarin, 68 anni, è stato condannato per la mancata denuncia di abusi perpetrati su minori negli anni ’70 e ’80 durante i campi scout da padre Bernard Preynat. La sentenza, pronunciata dal tribunale di Lione scagiona invece le altre 5 persone della diocesi che erano state chiamate nella stessa causa. Gli avvocati del cardinale promettono ricorso poiché «non convinti delle motivazioni del Tribunale» che sarebbe stato sotto pressione a causa dei recenti documentari, film e discussioni.

Il cardinale Barbarin
7 Marzo 2019 | 11:30
abusi (142), barbarin (2), francia (28)
Condividere questo articolo!

En relation