Internazionale

Padre Dall'Oglio è ancora vivo

Il Times rivela che padre Dall’Oglio sarebbe ancora vivo. Non è la prima volta che giungono notizie positive su Padre Dall’Oglio, rapito in Siria nell’estate 2013. Secondo quanto riportato dal quotidiano britannico (che si rifà a fonti curde), il sacerdote si troverebbe nelle mani del Califfato. Con lui anche altri due ostaggi occidentali: John Cantlie (giornalista che per sopravvivere si era prestato al Califfato realizzando video in cui esaltava il modello dello Stato islamico) e un’infermiera australiana. Ora i tre si troverebbero in Siria, nella piccola fetta di terra controllata dalle bandiere nere al confine con l’Iraq. Proprio in questo lembo di terra c’è stata recentemente un’avanzata dei curdi. Sembra che L’Isis, starebbe cercando un accordo con le forze curdo-arabe chiedendo un passaggio sicuro in cambio della liberazione degli ostaggi.
Alla notizia pubblicata oggi, il nunzio apostolico in Siria, cardinale Mario Zenari Zenari reagisce con dovuta cautela, anche perchè, dice «da cinque anni siamo stati come su un’altalena con le voci su padre Dall’Oglio, rapito a luglio 2013: una volta di qua, una di là» e mai una conferma che il religioso italiano sia ancora in vita.
Padre Paolo Dall’Oglio, 62 anni, era stato rapito il 29 luglio del 2013, mentre si trovava a Raqqa, la capitale, all’epoca, dello Stato islamico. Nessuno ha però mai rivendicato il suo rapimento. Il padre gesuita ha passato gran parte della sua vita in Siria, a Dei Mar Musa, dove guidava una comunità monastica dedita al dialogo religioso.

fonte: Times/Askanews

Padre Paolo Dall'Oglio
7 Febbraio 2019 | 10:40
dalloglio (5), rapimento (3), siria (167)
Condividere questo articolo!