Giovani

La prima «escape room»...in oratorio

È presente in città da 116 anni e nel 2014 la struttura è stata rinnovata; ora attira con le sue proposte decine di ragazzi: stiamo parlando dell’Oratorio di Lugano, attualmente guidato da don Emanuele Di Marco.

Con la Quaresima alle porte l’Oratorio, assieme alla Società di San Vincenzo Lugano, rimettono «un cuore a tre ruote» sulle vie della città di Lugano, così da portare solidarietà alle famiglie bisognose luganesi. Come tradizione, dal martedì alla domenica, sarà infatti posteggiata in piazza San Rocco un’Ape aperta. Ognuno può lasciare nel baule alimentari e casalinghi, che verranno consegnati alle famiglie del Luganese bisognose alla sera stessa. Volete parlare dell’iniziativa sui social? Fatelo usando l’hashtag #Apedelcuore. Appuntamento per martedì 13 marzo.

Ma non è l’unica iniziativa. Come annunciato oggi da don Emanuele, il 22 marzo verrà inaugurata niente meno che…una «escape room» in Oratorio: per i giovani partecipanti, 60 minuti di tempo per liberarsi dalla cambusa, ripercorrendo la storia di Giona nel ventre della balena, tra tranelli, sudoku, rompicapo e chiavi nascoste. Per ragazzi dai 12 ai 16 anni.

Volete scoprire di più sulla realtà viva dell’Oratorio? Su LA1, Strada Regina ha dedicato qualche tempo fa una puntata all’Oratorio; così anche la trasmissione radiofonica Laser trasmessa su ReteDue.

Lo spazio della «escape room»...in Oratorio.
1 Marzo 2019 | 19:00
divertimento (3), escape room (2), giovani (555), lugano (296), oratorio (32), ragazzi (12)
Condividere questo articolo!