Diocesi

Il Ticino a Lourdes: il «Gruppo Sorriso» diventa più forte

Lourdes è condivisione e servizio, comunione, fede e vita e tanta carità spiccia. Il «Gruppo Sorriso» del pellegrinaggio ticinese, che già dal  nome che si sono dati vuole trasmettere un messaggio di gioia e bellezza, fa parte degli scout Foulard Bianchi (gli scout di Lourdes) . Gli scout del «Gruppo Sorriso» si occupano di accompagnare  ragazzi e ragazze diversamente abili che sono a Lourdes con le loro famiglie. Durante l’anno, rientrati in Ticino, continuano la loro amicizia attraverso la proposta di svariati incontri. Oggi per tutti loro è stato un momento speciale: Yvonne, una scout del gruppo, ha fatto questa mattina 21 agosto la promessa come Foulard Bianco. Il gruppo quindi si è arricchito di un «sì» in più, diventando «più forte». Don Giustino Petre, assistente spirituale, ci introduce a questa bella e storica realtà del pellegrinaggio ticinese. «Tanti di noi –racconta don Giustino– sono Scout Foulard Bianchi e hanno preso l’impegno di partecipare al pellegrinaggio diocesano a Lourdes insieme agli amici diversamente abili che accompagniamo con grande entusiasmo. Infatti, la settimana di pellegrinaggio, insieme al Vescovo Valerio e ai pellegrini della Diocesi di Lugano, è il tempo più forte del nostro gruppo».

«Durante l’anno, – continua don Giustino– abbiamo un paio di incontri in cui ci prepariamo a vivere bene questi giorni di grazia insieme alla nostra Signora di Lourdes. Nei giorni del pellegrinaggio abbiamo diversi momenti dove approfondiamo attraverso riflessioni e lavoretti a gruppi il tema annuale del pellegrinaggio. In questo modo tutti i presenti possono vivere al meglio queste sante giornate che ci illuminano il cuore e la mente». E conclude il sacerdote: »Nel nostro gruppo il sorriso non ci sta solo nel nome, non c’è soltanto sul nostro volto, ma cerchiamo di alimentarlo soprattutto nel nostro cuore, per poterlo poi condividere con gli amici con cui il Signore ci invita a camminare. Siamo sicuri che anche quest’anno il pellegrinaggio sarà una settimana piena di benedizioni! Come sempre, sarà per tutti un grande momento di arricchimento e crescita nell’amore per Dio e per il prossimo».

Yvonne, oggi a Lourdes, al momento della promessa.

Yvonne: un cammino lungo una vita…

Yvonne, ai presenti alla sua promessa, ha spiegato che l’attrattiva per il mondo scout parte da molto lontano: «Tutto è successo quando da bambina per la prima volta ne ho sentito parlare da una mia amica che aveva una sorella nelle «Esploratrici ad ogni costo»; questa cosa mi ha affascinato molto ma per noi ragazze a quell’epoca c’era poco o niente. A 14 anni sono entrata come membro akela negli scout di Mendrisio e qui, per una decina d’anni, ho partecipato attivamente alle riunioni, ai bivacchi, ai campeggi e sono stata membro della sestena cantonale. Poi il matrimonio, i figli mi hanno allontanato dall’attività che però seguivo sempre con grande interesse. I miei due figli a 6 anni sono entrati negli scout prima come lupetti, poi negli esplo; uno di loro dopo ha scelto altre attività mentre Lorenzo ha percorso tutte le tappe scautistiche: akela, capo muta, rover, capo clan, capo sezione, membro di comitato e….foulard bianco! Durante questi anni con mio marito (ex esplo e membro del comitato genitori) abbiamo seguito da vicino e con grande passione il movimento scout con tutte le novità e i cambiamenti.

Come sono arrivata a Lourdes?
Ho sempre fatto volontariato in diverse associazioni; negli anni 90 mi sono avvicinata all’Ospitalità e già dal primo pellegrinaggio ho ricevuto talmente tanto da parteciparne tutti gli anni… sempre con un continuo batticuore!
Da parecchio tempo, ogni anno, vengo a Lourdes anche per una settimana di servizio ai Santuari e nel 2013 ho fatto la mia promessa con l’Hospitalité Notre Dame.
Sia in pellegrinaggio che durante questi stage ho potuto vedere il grande e prezioso lavoro che gli scout svolgono qui e ho conosciuto le splendide persone dei Foulard Bianchi.

Alcuni amici del Gruppo Sorriso

E il Gruppo Sorriso?
Su consiglio e seguendo l’entusiasmo di mio figlio, alcuni anni fa, ho chiesto all’Ospitalità di prestare il mio servizio durante il pellegrinaggio con il Gruppo Sorriso e qui mi sono ritrovata scout; grazie a Sonya e a Roby ho rimesso la divisa e da più di 10 anni faccio parte di questo fantastico Gruppo.

Perché non avevo ancora preso l’impegno di Foulard Bianco?
Per me questo impegno è veramente importante e, negli anni passati, mi sembrava di non avere abbastanza tempo per prepararmi bene a questa promessa.
L’anno scorso, grazie a Gianna, mi sono decisa ma poi un banale incidente non mi ha permesso di partecipare al pellegrinaggio…. la «nostra Signora», dalla Grotta delle apparizioni ha voluto così!
Quest’anno mi sento pronta, ho desiderato tanto questa occasione e devo ringraziare in primis Lei che dalla Grotta mi veglia, con Santa Bernardette mi aspetta sempre e ha deciso questo momento.

Ringrazio poi tutti gli scout che mi sono stati e che mi sono vicini; un grazie va alle «veterane», agli assistenti che si sono succeduti in questi 10 anni e a tutti i grandi AMICI del Gruppo Sorriso. Ma il mio grazie speciale va alla nostra «capa «che mi ha aiutato tantissimo»: Gianna, grazie di cuore!».

Anche noi di catt.ch facciamo i migliori auguri ad Yvonne per un lieto e fruttuoso cammino con il Gruppo Sorriso e i Foulard Bianchi di Lourdes!

Alcuni scout che questa mattina erano con il Gruppo Sorriso
Yvonne, al centro del gruppo dei Foulard Bianchi che hanno partecipato oggi alla sua "promessa"
21 Agosto 2019 | 12:09
Condividere questo articolo!