Ticino

Bellinzona, rubate le chiavi della chiesa di S. Biagio. L'appello: «Riportatele»

Forse una bravata durante i giorni del Carnevale, che non avrà conseguenze concrete se non quella di procurare un inutile disagio. Nella notte tra sabato 13 e domenica 14 febbraio – come riportato da ticinonews – alcuni ignoti si sono introdotti nell’Oratorio di San Biagio a Bellinzona per rubare un antico mazzo di chiavi che apre alcune serrature della chiesa.

Secondo la ricostruzione, i ladri sarebbero andati a colpo sicuro: si sono introdotti in oratorio e non hanno dovuto rovistare nelle varie stanze, ma si sono limiti a sottrarre la chiave. È probabile quindi che sapessero dove fosse custodita. Gli altri beni all’interno dell’oratorio non sarebbero stati toccati. Unica traccia lasciata dai vandali è stata una bottiglia di birra, per altro chiusa, all’esterno della struttura. Ticinonews sottolinea che nel corso dell’anno l’oratorio è utilizzato per vari eventi pubblici, e dunque diverse centinaia di persone transitano da questo spazio: difficile stringere il cerchio per concentrarsi su qualche particolare sospetto.

Al momento la chiesa è stata chiusa, e così rimarrà (salvo che nei momenti delle celebrazioni) almeno fino alla fine del Carnevale. Bisogna infatti procedere al cambio delle serrature, operazione che costa qualche migliaio di franchi. Per questo si spera che i ladri restituiscano le chiavi, che sono anche piuttosto antiche (si stima che siano del ‘600, sebbene comunque prive di valore): la loro bravata potrebbe avere un caro prezzo, con lo spreco di soldi che potrebbero essere impiegati per ben altre necessità.

Sempre nella notte tra il 13 e il 14 febbraio, infine, si segnalano atti vandalici sui muri esterni della chiesa di Daro, sporcati da ignoti con scritte e disegnino.

15 Febbraio 2021 | 10:47
Condividere questo articolo!