La fobia dei poveri

Siamo una società tendenzialmente fobica verso ciò che è debolezza, perché siamo educati ad un contesto dove conta solo la vittoria, il successo, l'essere persone che stanno sul palcoscenico della storia, locale o mondiale che sia.
Poveri.

Maddalena, le Marie di Martini e noi

Nel libro "Maria Maddalena" del cardinale Martini, che raccoglie la trascrizione postuma di esercizi spirituali da lui predicati ad un gruppo di consacrate, ne ricaviamo alcuni tratti per interpretare da donne nel quotidiano, il discernimento che la vita ci chiede.

"L'inguaribile" Alfie Evans

L’altra sera, quasi per caso, mi sono imbattuta su twitter in un video girato poche ore prima nella stanza del povero Alfie Evans nell’ospedale britannico in cui è attualmente degente. Il video mostra un bambino presente. Ho avvertito in me un senso di impotenza: ma come è possibile?

La sfida ragionevole di un Pre sinodo per tutti

Le testimonianze che ho sentito in questi giorni da chi è rientrato dall'esperienza del Pre Sinodo che si è riunito dal 18 al 24 marzo 2018 a Roma, sono soprattutto positive.

"Sì" al servizio pubblico

L'opportunità che viene ora data al servizio pubblico è quello di produrre un giornalismo ancor più di alta qualità.

Un Papa sempre sul pezzo

I gesti del Papa che gli vediamo compiere sono tratti tipici di una pastorale della strada che coglie nei bisogni immediati del popolo gli input per essere una presenza viva, vivacissima, dentro la vita della gente.

Flash di vita buona

Il bello non è mai superfluo, serve a vivere come l'aria che respiriamo e come il pane che mangiamo.

Francesco e l'invito al silenzio

Il Signore si avvicina quando stiamo apparentemente lì, in semplice e silenziosa attesa, senza fare nulla. La gratuità di Dio -che sempre ci precede- si manifesta in questi momenti a chi (semplicemente) ci sta.

Natale

I poveri, i fragili, i soli. Fra Martino in un sms ieri mi faceva gli auguri di Natale e mi scriveva che c'era pieno al pranzo di Natale per le persone sole organizzato a Lugano.

Un mondo social

Il reale e il virtuale vanno tenuti uniti, non si può vivere solo di uno, dimenticando l'altro. Non si è "social" solo in una direzione!