Valanga di fango in Brasile: il missionario padre Bossi "è un crimine ambientale"

Sono salite a 58 le vittime accertate dell’ondata di fango causata dalla rottura di due dighe del bacino di contenimento di rifiuti tossici di una miniera di ferro a Brumadinho, nello stato del Minas Gerais, ma i dispersi sono più di 300. La testimonianza del missionario italiano padre Bossi e la voce della Chiesa locale.

News