«Così ho fatto riapparire sul Mosè le impronte vive di Michelangelo»«»

23.02.2017 – Il restauratore Antonio Forcellino: «L’artista dava colpi perfetti, trascinandoli per 10-11 centimetri. Ora sarà più facile risolvere i casi di attribuzioni dubbie»«».

Tags

Tags