Ticino

Vita comunitaria e divertimento per crescere sperimentando

05.05.2019, 00:54 / RedCattLQ

Il mese di maggio, per le famiglie con bambini, non è certo un mese qualunque: si inizia infatti a pensare all’estate e alle varie opportunità di formazione e svago che essa può offrire ai nostri giovani. Come redazione, a partire da questa edizione, vogliamo presentarvi qualche idea.

La vita in comune: è ciò che caratterizza le colonie estive residenziali organizzate, ad esempio, da Presenza Sud di Mendrisio e dalla Parrocchia di Ascona, entrambe con alle spalle una lunga storia e tradizione. Per bambini, ragazzi, giovani è un’opportunità per divertirsi, ma anche per fare nuove esperienze.

«La nostra colonia è una colonia di tipo familiare durante la quale i bambini in età di scuola elementare, attraverso diverse esperienze, crescono a livello umano, ma anche spirituale», spiega suor Franca Valente, di Presenza Sud a Mendrisio. Una giornata tipo è caratterizzata da due momenti di preghiera (mattino e sera), fra i quali vengono proposte il racconto e attività di vario tipo (ad esempio lavoretti manuali, giochi, passeggiate …) che mirano a favorire lo stare insieme e la riscoperta dei valori della natura. «Diamo inoltre molta importanza al momento conviviale dei pasti; si tratta di un momento educativo irrinunciabile. Abbiamo infatti notato che ai bambini piace stare a tavola e in colonia ci prendiamo il giusto tempo per chiacchierare e gustare il cibo in compagnia», ci rivela suor Franca. Un tema fa da filo rosso lungo i dieci giorni di colonia. Quale sarà? «Per ora è un segreto: lo sveliamo solo al primo giorno della colonia ». Alla sua buona riuscita collaborano molti volontari: «Sono giovani che a loro volta hanno partecipato da piccoli alla colonia e che ora da adulti ci tengono a trasmettere alle nuove generazioni il loro vissuto». Il campo si svolgerà a Mascengo, in val Leventina, dal 19 al 28 giugno. Ci sono ancora posti liberi:chi è interessato si può annunciare allo 091 646 69 26.

La Parrocchia di Ascona invece si è trasferita da qualche anno a Mogno, in Vallemaggia. «Vogliamo soprattutto che bambini e ragazzi possano divertirsi insieme, pur in un contesto educativo », sottolinea don Massimo Gaia, responsabile delle proposte estive. Attività quali giochi, passeggiate, serate a tema, si alternano a momenti più «seri », come approfondimenti del tema del campo, momenti di preghiera e di riflessione. Anche per Ascona il coinvolgimento di volontari è importante, sia per l’animazione, sia per il servizi di appoggio alla cucina. La formula prevede due settimane dal 16 giugno al 29 giugno per il «CampoScuola», rivolto agli adolescenti (età scuola media); seguono due settimane dal 30 giugno al 16 luglio con un secondo turno rivolto ai bambini in età di scuola elementari. I temi sono tutto un programma: con gli adolescenti si parlerà di comunicare e comunione con «Che Bella Notizia – Se la vivi, si vede! – #comunichiamola». Con i più piccoli , invece, si va in scena con «L’arte di vivere è una parabola». La Parrocchia di Ascona organizza anche una colonia diurna Grest.

Maggiori informazioni sui campi estivi residenziali sono disponibili su www.colonieascona.ch.

 

Le proposte di Gordola e Collina d’Oro

La colonia Madonnina di Altanca è a meta estiva dei bambini delle Parrocchie della Collina d’Oro. Dal 21 luglio al 3 agosto si propone un’esperienza comunitaria in mezzo alla natura, con giochi, passeggiate, preghiera. Info: parroco@stabbondio.ch.

La Parrocchia di Gordola va con i ragazzi a Catto dal 24 al 29 giugno. È aperta a tutti, ma soprattutto ai giovani delle rete pastorale che già frequentano la Parrocchia. È l’occasione per condividere la quotidianità e continuare il cammino insieme.

Katia Guerra

Giornale del Popolo: un anno fa l'annucio del fallimento

18.05.2019

Un anno fa in queste ore veniva data notizia dal vescovo di Lugano, editore del Giornale del Popolo, della triste decisione alla quale era stato costretto, cioè di attivare la procedura di fallimento del Giornale del Popolo, la storica testata cattolica ticinese fondata nel lontano 1925 dal vescovo Aurelio Bacciarini.

La pièce è stata ideata da Gianni Ballabio.

Dal colle la Santa dei Miracoli continua a vigilare sulla sua gente. Una rappresentazione storica per ricordare

18.05.2019

Questa sera alle 20.30 presso l’oratorio di Morbio Inferiore è prevista l’ultima rappresentazione storico-religiosa ideata da Gianni Ballabio delle 18 scene relative alle vicende del santuario di Santa Maria dei Miracoli, che quest'anno compie 425 anni di storia.

La parrocchia di Massagno in pellegrinaggio nella Valle della Reuss

17.05.2019

Tra gli 80 e 90 parrocchiani di Massagno ma non solo hanno partecipato il week-end scorso alla 32esima edizione del pellegrinaggio parrocchiale. Di seguito la photogallery.