Diocesi

Vesperali in Cattedrale

L’edizione 2019 dei Vesperali, organizzati per la 35.ma volta dall’Associazione Amici della Musica nella Cattedrale di Lugano, si apre domenica 17 marzo, alle 17.30. Il primo evento è realizzato in collaborazione con il Conservatorio della Svizzera italiana e si inserisce nel calendario 2018-2019 di 900presente, la fortunata serie di concerti di musica contemporanea prodotti dalla RSI e dal Conservatorio.

Aperti da sempre alla musica contemporanea, i Vesperali rendono omaggio stavolta alla memoria del compositore svizzero Klaus Huber (1924-2017), che di 900presente fu ospite a Lugano nel 2014. Due sono le composizioni di Huber in programma: «Beati Pauperes II», del 1979, su testi del Vangelo e del poeta nicaraguense Ernesto Cardenal, e «…Ausgespannt…» su testi tratti dalla Bibbia e da mistici e poeti, occidentali e orientali, di tutti i secoli. Tra queste due opere – che vedranno impegnati, sotto la guida di Arturo Tamayo, l’Ensemble900, il baritono Richard Rittelmann, il Coro del Conservatorio diretto da Mark Kölliker – sarà eseguita in prima mondiale, e alla presenza dell’autrice, «Im Sternenlicht», composta in memoria di Klaus Huber dalla moglie Younghi Pagh-Paan, compositrice coreana, e figura di spicco della musica contemporanea.

Arturo Tamayo, nativo di Madrid, autorevole interprete del repertorio novecentesco, nonché consulente artistico della stagione 900presente e docente al Conservatorio della Svizzera italiana, pronuncerà la «testimonianza»: una tradizione dei Vesperali, questa, che offre a personalità di spicco della cultura e dell’arte l’occasione di esprimersi sul proprio rapporto con la spiritualità più ampiamente intesa.

La Cattedrale di Lugano
15 Marzo 2019 | 16:50
cattedrale (42), lugano (208), musica (41), quaresima (58), vesperali (3)
Condividere questo articolo!