Sinodo dei vescovi
dal Mondo
Sinodo dei vescovi

Vescovi Usa: uniti al Papa e alla Chiesa intera nella lotta agli abusi

15.11.2018, 10:47 / redazionecatt

Si è conclusa ieri a Baltimora, la plenaria della Conferenza episcopale degli Stati Uniti (Usccb): al centro dei lavori la questione degli abusi sessuali commessi da esponenti della Chiesa. L’assemblea si è chiusa con una dichiarazione all’insegna della speranza del cardinale Daniel DiNardo, arcivescovo di Galveston-Houston e presidente della Usccb.

Amore, lealtà e obbedienza dei vescovi Usa a Papa Francesco

“La mia speranza – ha detto – è prima di tutto fondata su Cristo, che desidera che la Chiesa sia purificata e che i nostri sforzi portino frutto”. Il porporato ha espresso di nuovo al Papa, da parte di tutti i vescovi, “amore, obbedienza e lealtà”, “in questi giorni difficili”. “Sono sicuro che, sotto la guida di Papa Francesco, l’incontro che la Chiesa mondiale avrà nel prossimo febbraio ci aiuterà a sradicare il male dell’abuso sessuale dalla nostra Chiesa. Renderà i nostri sforzi locali più globali e la prospettiva globale ci aiuterà in questo senso”.

Continua a leggere su VaticanNews.

Amazzonia, card. Barreto: come Chiesa vogliamo vivere una cultura dell’incontro

19.07.2019

Il cardinale Barreto sul Sinodo per l’Amazzonia: “può essere un segno importante della risposta efficace per la promozione della giustizia e la difesa della dignità delle persone”.

Usa: dure proteste contro la politica migratoria del governo

19.07.2019

Ieri, come si legge in un articolo del Sir, a Washington una manifestazione organizzata dal Centro Colomban per la difesa e la sensibilizzazione, dalla Conferenza dei superiori maggiori maschili, dalla Conferenza dei Gesuiti di Canada e Usa, dalla Conferenza delle religiose degli Stati Uniti, da Pax Christi Usa e altri, per protestare contro le politiche di immigrazione messe in atto alla frontiera, in particolare nei confronti dei bambini.

Leader musulmani ribadiscono l’adesione al Documento sulla Fratellanza

18.07.2019

A quasi sei mesi dalla firma ad Abu Dhabi del Documento sulla Fratellanza Umana, sottoscritto da Papa Francesco e dal Grande Imam di Al-Azhar Ahmad Al-Tayyeb, 22 leader e intellettuali musulmani sunniti, sciiti e sufi hanno firmato un testo di 15 pagine per ribadire il loro sostegno al Documento.